Cerca nel quotidiano:


Ospedale, ingresso pedonale unico e termoscan

A piedi si entra solo da viale Alfieri mentre non cambiano le modalità di accesso carrabile. Esclusivamente per il personale resta aperto il varco pedonale di via Gramsci

Martedì 25 Febbraio 2020 — 15:05

Mediagallery

All'ingresso unico di viale Alfieri verrà rilevata la temperatura tramite termoscan e se necessario sarà richiesto di indossare una mascherina. L'azienda sanitaria si appella alla comprensione della cittadinanza

Vista la specificità dell’ospedale, dal 25 febbraio è stato attivato un ingresso pedonale unico, oltre ovviamente al Pronto Soccorso. Tutti gli utenti, i visitatori e gli accompagnatori che entreranno nelle strutture presenti all’interno del perimetro ospedaliero, compreso quindi il centro socio sanitario Livorno Centro (ex poliambulatorio) dovranno necessariamente farlo dall’accesso principale di viale Alfieri. Saranno chiusi tutti gli altri ingressi pedonali: via della Meridiana, Viale Alfieri (pad.24 e rampa accesso laterale), cupola Santa Giulia ecc. Restano aperti il varco pedonale di via Gramsci come accesso riservato esclusivamente al personale dipendente e il portone del centro trasfusionale come percorso riservato e tutelato per i donatori di sangue. Non cambiano, invece, le modalità di accesso carrabile al presidio ospedaliero: ingresso da via Gramsci (per autorizzati con consuete limitazioni) e uscita da via della Meridiana.

Check point all’ingresso degli ospedali –  All’altezza dell’ingresso unico pedonale (viale Alfieri, come detto) nei prossimi giorni partirà un servizio di controllo durante il quale saranno chieste informazioni in merito alla eventuale presenza di tosse o raffreddore e sarà rilevata la temperatura tramite termoscan. Se necessario all’ingresso, come in tutte le sale di attesa presenti in ospedale, sarà richiesto di indossare una mascherina come misure cautelativa nei confronti delle altre persone. L’azienda si appella alla comprensione della cittadinanza perché anche questo è un provvedimento a tutela della salute collettiva. Si conferma che chi manifesta sintomi come febbre, tosse, malattie respiratorie acute non deve far visita ai degenti e che deve essere molto limitato  l’accesso a reparti ed ambulatori di accompagnatori e visitatori.

Tende davanti agli ospedali – In tutte le strutture di Pronto Soccorso degli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest è stato attivato in maniera preliminare un  pre-triage per le persone che provengono dalle zone a rischio e che presentano sintomi come febbre, tosse e malattie respiratorie acute, che vengono così indirizzate ad un percorso dedicato. Verrà anche fatta indossare la mascherina alle persone per le quali questa misura viene ritenuta necessaria, prima che arrivino all’interno del pronto soccorso.

Le raccomandazioni alla cittadinanza – Resta confermata la raccomandazione a tutte le persone che manifestano sintomi influenzali di rimanere a casa e consultarsi con il proprio medico curante. Chi, tra questi, deve effettuare prestazioni ambulatoriali non urgenti può rinunciare alla visita o all’esame senza il pagamento di alcuna penalità per la mancata disdetta. Da evidenziare inoltre che il Dipartimento della Prevenzione ha preparato un vademecum, con tutte le indicazioni da seguire e le basilari regole d’igiene da adottare, per le persone sottoposte a  permanenza domiciliare fiduciaria.

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # manuela

    le persone che entrano in auto da via gramsci non vengono controllate con il termoscanner? a mio avviso tutti dovrebbero essere controllati in entrata per tutelare i nostri malati!

  2. # Gianluca

    E tutti quelli che entrano, spesso impropriamente, con auto, scooter e bici?

  3. # Cristiana

    Io avrei lasciato ingresso esterni e chiuso i corridoi fino a che tutto non era pronto ieri eravamo tutti nei corridoi!!!

  4. # billi

    Ieri si entrava tranquillamente dalla porta centrale senza essere scannerizzati…

  5. # Andrea Cognetta

    Al di là dei ritardi (comunque per ora credo che non risultino casi di contagio a Livorno) questi mi sembrano provvedimenti intelligenti, magari non perfetti ma apprezzabili per cercare di limitare il possibile impatto del virus

  6. # passanotutti

    Ci sono più macchine posteggiate dentro l’Ospedale che fuori ! E’ diventato complicato spostarsi sui marciapiedi e nelle strade, ma come fanno ad essere tutti autorizzati ?

  7. # Sara

    Andata stamani per prelievo di sangue… Una sola porticina aperta per entrare poi fila di persone e personale che ti chiede se hai febbre, mal di gola, tosse , raffreddore o problemi respiratori.
    Nessun termoscan e il bello è che per uscire ti devi strusciare letteralmente addosso alle persone che aspettano di entrare.
    Sicuramente sarebbe funzionale se fosse come viene descritta ma invece è da perfezionare.

  8. # cristina

    Stata stamani,niente misurazione febbre! solo una domanda “sta’ bene signora?? “…….