Cerca nel quotidiano:


Ospedale: nuovi locali per radiografie, tac e risonanze

Da lunedì 13 marzo il servizio di segreteria e accettazione per le prestazioni fornite da Radiodiagnostica e Neuroradiologia sarà assicurato nei nuovi locali collocati nel Padiglione Amministrazione

venerdì 10 Marzo 2017 07:00

Mediagallery

Da lunedì 13 marzo il servizio di segreteria e accettazione per le prestazioni fornite dai reparti di Radiodiagnostica e Neuroradiologia (radiografie, ecografie, tac, risonanze magnetiche ecc) sarà assicurato nei nuovi locali collocati nel Padiglione Amministrazione al piano terra accanto alla “Consegna Referti”.
La nuova struttura sarà più ampia, confortevole e assicurerà una maggior tutela della privacy ai cittadini. Permetterà, inoltre, una maggior separazione tra gli ambienti amministrativi, legati ad utenti esterni, da quelli più strettamente sanitari ai quali afferisce anche l’utenza interna proveniente da pronto soccorso e reparti ospedalieri.
Per accedere alle prestazioni diagnostiche, che continueranno ad essere eseguite nel padiglione 16, sarà necessario aver precedentemente svolto le pratiche amministrative nella nuova sede dove sarà collocata anche una macchina automatica di riscossione ticket. Il cittadino dovrà presentarsi in accettazione circa 30 minuti prima dell’orario prenotato per la prestazione. Resta, invece, la possibilità di accesso diretto per i cosiddetti percorsi preferenziali (es. accessi pediatrici).
L’ingresso consigliato è quello principale di viale Alfieri trovandosi nelle immediate vicinanze. Per facilitare il raggiungimento dei nuovi sportelli sarà allestita una apposita cartellonistica.

 

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Andrea

    Inutile “migliorare” gli ambienti o tutelare la “privacy” dei pazienti per poi non garantire gli “esami radiografici” in tempi brevi! La Azienda sanitaria non ha ancora risposto in merito alla SEGNALATA questione dei tempi di attesa di OLTRE UN ANNO per una “Mammografia” di una paziente alla quale era stata consigliata dopo una Ecografia. L’efficienza è molto più importante del “decoro” di un locale. Spero che “Quilivorno” riesca a ricevere spiegazioni che alla paziente non sono pervenute.

  2. # carl8

    si si, tutto bello, si spostano i reparti, si spostano i dipendenti, ma poi se ti devi curare l’appuntamento te lo danno nel 2019.

  3. # asciugati

    Continuano gli esperimenti della direzione sanitaria su come creare sempre più problemi agli utenti che per esenzione o minimo reddito continuano a frequentare la sanità pubblica ! Gli altri gli esami a pagamento li fanno dove gli pare ed il giorno dopo senza aspettare mesi o anni !

  4. # marco62

    Mi auguro solo che non sia solo apparenza ma sia sostanza con un servizio che tenderà ad essere efficiente con tempi brevi di attesa e non con anni di attesa.

  5. # Nena

    Sarà certamente fatto per tutelare meglio la privacy ed avere più spazio a disposizione, ma per fare l’accettazione si deve andare all’ingresso principale e per fare l’esame, al padiglione 16 che è bello distante, quasi dalla parte opposta. Ma non si pensa agli anziani od a chi ha serie patologie e deve sottoporsi a tali esami?

  6. # bruno41

    Il servizio di accettazione forse era l’unica cosa che funzionava compresa la privacy.Adesso devo andare mezzora prima nei nuovi locali a fare l’accettazione e poi andare al padiglione 16 molto distante a fare l’esame, con grossi problemi per chi come me data l’età di deambulazione. Complimenti per la brillante idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.