Cerca nel quotidiano:


Pediatria, consegnati dal Ctt Nord e dal Comandante Alfa doni per i piccoli pazienti

Il primario Danieli: "Ringrazio il Comandante e i rappresentanti di Ctt Nord perché in un momento come questo c’è veramente bisogno di generosità e spensieratezza soprattutto nei confronti dei più piccoli"

Mercoledì 31 Marzo 2021 — 17:08

Mediagallery

di Lorenzo Evola

“In un periodo difficile e triste, come quello in cui stiamo vivendo, penso che la solidarietà sia un elemento fondamentale, specialmente quando si parla di bambini”. Si presenta così il Comandante Alfa – fondatore del GIS (Gruppo Intervento Speciale) dell’Arma dei Carabinieri – in visita all’ospedale di Livorno per la consegna di doni, uova di cioccolato e giocattoli ai piccoli pazienti del reparto di Pediatria in occasione delle imminenti festività pasquali. La consegna al primario Danieli ha visto anche la partecipazione di Paolo Iovino e Irene Pazzagli di Ctt Nord che si sono fatti promotori dell’iniziativa raccogliendo donazioni anche da colleghi e amici. “Ringrazio il direttore Danieli per aver reso possibile questo gesto – ha esordito il Comandante – e mi auguro che non rimanga un caso isolato, ma che sia solo il primo di una lunga serie. Reputo doveroso sfruttare ogni occasione per regalare un sorriso a dei bambini che stanno soffrendo. Si tratta di un semplice pensiero, ma era davvero opportuno farlo”. “Sono io che devo ringraziare il Comandante e i rappresentanti di Ctt Nord – ha proseguito il primario Danieli – perché in un momento complicato come questo c’è veramente bisogno di generosità e spensieratezza, soprattutto nei confronti dei più piccoli che stanno particolarmente soffrendo le conseguenze della pandemia e che dovranno passare la Pasqua in Pediatria. Sono sicuro che saranno entusiasti di questi doni”. “Il materiale consegnato – hanno spiegato Paolo Iovino e Irene Pazzagli – è in parte frutto di una raccolta promossa tra colleghi e non solo di Ctt Nord. Abbiamo trovato ovunque una grande disponibilità soprattutto fra gli amici che hanno avuto, loro malgrado, la possibilità di apprezzare la disponibilità  la professionalità di medici e infermieri in servizio nel reparto. Siamo felici che possa essere utilizzato per regalare qualche momento di spensieratezza a questi bambini che dovranno trascorrere le festività pasquali in ospedale”.

Riproduzione riservata ©