Cerca nel quotidiano:


Quattro tablet nei reparti Covid per videochiamare figli e nipoti

Le videochiamate oltre a permettere di mantenere rapporti a distanza con i parenti, si stanno rivelando dei veri “farmaci” per il miglioramento delle condizioni dei degenti

Giovedì 16 Aprile 2020 — 23:56

Mediagallery

Il personale si sta così prodigando per mantenere una linea diretta con figli e nipoti perché questi che sembrano aspetti marginali, in realtà permettono di dare un sostegno psicologico fondamentale

Passano il profumo di casa, sorrisi e lacrime a fiumi, ma anche la voglia di guarigione dalle quattro finestre digitali dove si affacciano ogni giorno i pazienti ricoverati nei reparti Covid dell’ospedale di Livorno.
I quattro tablet donati dall’Ordine provinciale delle professioni infermieristiche dalla presidente Marcella Zingoni, oltre a permettere di mantenere rapporti a distanza con i parenti, si stanno rivelando dei veri “farmaci” per il miglioramento delle condizioni dei degenti. Queste persone, per molti giorni, rimangono senza un contatto con l’esterno e, soprattutto i più anziani e deboli, non sono in grado di utilizzare smartphone e altri dispositivi.
Il personale si sta così prodigando per mantenere una linea diretta con figli e nipoti perché questi che sembrano aspetti marginali, in realtà permettono di dare un sostegno psicologico fondamentale per affrontare le lunghe degenze.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.