Cerca nel quotidiano:


Telemedicina nell’USL Toscana nord ovest

Presentati gli innovativi strumenti a servizio del personale sanitario per una sanità sempre più vicina al cittadino

giovedì 17 Ottobre 2019 15:36

Mediagallery

Nuovi ed innovativi strumenti a servizio del personale sanitario per una sanità smart e sempre più vicina al cittadino. Sono state presentate il 17 ottobre, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta all’ospedale di Livorno, tutte le funzionalità dei progetti di Telemedicina attivate ufficialmente (o che verranno attivate entro la fine dell’anno) sul territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, in prima fila nel garantire diagnosi sempre più tempestive ed accurate, in collaborazione anche con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze. Di seguito i progetti attivati che prevedono anche una refertazione a distanza da parte dei professionisti degli ospedali di secondo e terzo livello.

Sistema di Teleconsulenza radiologica, pediatrica e trauma con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer
Con questo sistema è possibile collegarsi con postazioni dedicate ed utilizzando reti proprietarie sicure dai presidi aziendali con la radiologia dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze (per le consulenze radiologiche pediatriche e la condivisione delle immagini radiologiche) con il Pronto soccorso del Meyer (per definire il piano di trattamento e l’eventuale centralizzazione dei bambini) e con il Trauma Center del Meyer per la consulenza e la centralizzazione. A seguito di una convenzione firmata con il Meyer, sono stati già attivati collegamenti audio video realizzati nelle strutture di Pronto Soccorso di Portoferraio e di Livorno, nella Pediatria di Pontedera ed al Pronto Soccorso di Volterra. Analoghi sistemi saranno avviati entro la fine dell’anno in tutte le altre strutture di Pronto Soccorso dell’Azienda (Lucca, Cecina, Piombino, Viareggio, Massa, Fivizzano, Pontremoli, Barga e Castelnuovo).

Sistema di Teleconsulenza con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana (AOUP)
Lo stesso sistema sarà disponibile anche per il futuro collegamento con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana (AOUP), sempre da tutti i Pronto Soccorso aziendali.

Sistema di Teleconsulenza intra aziendale
Con il medesimo sistema è possibile inviare e ricevere consulenze e pareri tra tutte le strutture di Pronto Soccorso dell’Azienda, sono già attivi i collegamenti tra il Pronto Soccorso di Volterra e quello di Pontedera (Pronto Soccorso e Pediatria); inoltre tra il Pronto Soccorso di Portoferraio e quello di Livorno.

Sistema di Telerefertazione EEG Pediatrici
Consente la teletrasmissione dei tracciati EEG dei bambini verso il centro specialistico di AOUP per la refertazione da parte dei neurologi pediatri pisani. Sono già attivi i collegamenti tra l’AOUP e le Pediatrie di Massa, Lucca, Viareggio, Livorno, Portoferraio, Pontedera.Grazie a questa iniziativa è stato sviluppato un sistema software ed hardware dedicato ad acquisizione, invio, ricezione e visualizzazione del tracciato EEG per pazienti pediatrici. Il sistema consente anche di procedere alla refertazione su postazioni a doppio monitor ed alla contestuale firma digitale da parte del refertatore.Inoltre il tracciato ed il referto sono conservati a norma di legge presso il sistema di conservazione aziendale. In particolare, è importante che la lettura dell’elettroencefalogramma a pazienti di età inferiore ai sei anni sia effettuata da specialisti di neurologia pediatrica, perché ci sono significative differenze rispetto allo stesso esame fatto ad una persona adulta.

Sistema di Teleconsulenza (Second Opinion) a servizio delle reti tempo dipendenti regionali
E’ stata attivata la funzionalità di invio degli esami di Angio TC per definire l’eventuale centralizzazione dei pazienti sul presidio di AOUP per i trattamenti degli Ictus. Già attivati i canali per le strutture di Pronto Soccorso di Portoferraio, Livorno e Massa. Verrà anche attivata la rete maxillo-facciale con AOUP per la condivisione delle immagini e l’eventuale centralizzazione dei pazienti con traumi maggiori.

Sistema di teleconsulenza e televisita ambulatoriale e di emergenza
Consente la visualizzazione e la valutazione del paziente da parte di specialisti ambulatoriali che possono così monitorare, anche a distanza, il decorso di pazienti che sono residenti in zone orograficamente disagiate. Entro fine ottobre è attivo il sistema sull’isola di Capraia; è in fase di acquisizione il sistema per gli ospedali di Pontremoli, Fivizzano, Castelnuovo, Barga. I sistemi sono entrati in funzione a partire da maggio 2019. In circa 8 mesi verrà realizzata una rete di condivisione e  consulenza che coprirà tutti i 13 ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest, garantendo funzionalità e possibilità cliniche fino a ieri considerate utopistiche.

Innovativa anche la app messa a disposizione dei medici e degli operatori sanitari per fotografare, con un semplice smartphone, lesioni cutanee ed inviarle, in sicurezza, al consulente. Il sistema si compone di tre funzionalità:

– software web based;  il che consente l’installazione su tutte le postazioni di lavoro aziendali;

– postazioni con telecamera ad alta risoluzione e pc portatile per l’esecuzione delle teleconsulenze dalle sale emergenza delle strutture di Pronto Soccorso aziendali ma anche da ambulatori sul territorio;

– app su smartphone che ha le stesse funzionalità del ben noto whatsapp ma garantisce la sicurezza di un sistema certificato in classe medica.

Hanno partecipato all’incontro di presentazione di Livorno alcuni dei principali “attori” del progetto. Per l’Azienda USL Toscana nord ovest erano presenti il direttore di staff della direzione aziendale Alessandro Iala, il responsabile del sistema RIS PACS e della conservazione legale Riccardo Orsini, il direttore di dipartimento Specialità mediche Roberto Bigazzi, il direttore di area Patologie cerebrocardiovascolari Renato Galli,  il direttore di area Pediatria Luigi Gagliardi, il direttore dell’ospedale di Livorno Luca Carneglia, il direttore del Pronto Soccorso di Livorno Alessio Bertini, il direttore della Neurologia di Livorno Giuseppe Meucci, il direttore della Pediatria di Livorno Roberto Danieli, insieme ad altri medici, infermieri e tecnici dei settori interessati dell’ospedale di Livorno; per l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana (AOUP) hanno partecipato i referenti del progetto, i dirigenti medici di Neurologia pediatrica Alice Bonuccelli, Alessandro Orsini, insieme a Mariagrazia Esposito.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.