Cerca nel quotidiano:


Trasfusionale, cuori e palloncini per la “donazione di coppia” di S. Valentino

Le iniziative continueranno per tutto il 2020 per far arrivare nuovi donatori o far tornare chi magari ha perso questa sana abitudine

Venerdì 14 Febbraio 2020 — 12:32

Mediagallery

Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita

Palloncini, festoni, cuori e soprattutto tanti innamorati hanno aderito alla “donazione di coppia”, iniziativa promossa dal centro trasfusionale di Livorno assieme alle associazioni di volontariato, in occasione di San Valentino, per la promozione della donazione di sangue.

“Anche in questa occasione – spiega Silvia Ceretelli, responsabile del centro trasfusionale – i livornesi ci hanno fatto sentire la loro vicinanza e testimoniato la grande generosità che contraddistingue i nostri concittadini. Per l’occasione, come già fatto lo scorso anno, abbiamo dato la possibilità alle coppie di donare da due poltrone ravvicinate in modo da poter vivere assieme, anche fisicamente e visivamente, questo gesto d’amore verso gli altri”.
Le iniziative continueranno poi per tutto il 2020 per far arrivare nuovi donatori o far tornare chi magari ha perso questa sana abitudine. “Ne abbiamo in programma per tutti – continua Ceretelli – come la donazione in rosa prevista per marzo in occasione della festa della donna o altre novità che sveleremo nei prossimi mesi. Quello che è importante è richiamare l’attenzione sul tema e l’importanza della donazione di sangue. Su questo punto il contributo delle associazioni è davvero essenziale e non smetterò mai di ringraziarle. Per venire incontro alle difficoltà anche lavorative dei donatori sono poi confermate le aperture domenicali straordinarie che permetteranno, grazie agli sforzi dei nostri operatori, di tenere aperto il centro oltre al tradizionale orario dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 12, anche nelle domeniche che saranno segnalate. Per aderire alla donazione è sempre consigliabile prenotare tramite le associazioni di volontariato oppure direttamente chiamando il centro trasfusionale allo 0586-223.253 dalle 11.30 alle 13”.

Chi può donare – Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita. Chi dona per la prima volta (aspirante donatore) può farlo esclusivamente dopo aver effettuato un colloquio preventivo con i medici ed esami di controllo pre-donazione. La cosiddetta “donazione differita” ha lo scopo di aumentare la sicurezza trasfusionale per i pazienti e tutelare la salute del cittadino.

Sul sito della Azienda USL Toscana nord ovest (www.uslnordovest.toscana.it) nella sezione “Come fare per” sono riportate le risposte alle domande più frequenti sull’argomento e indicazioni sul centro trasfusionale più vicino.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.