Cerca nel quotidiano:


Un “Nastro Rosa” per combattere il cancro: ecco dove acquistarlo

Federico Caligaris Cappio, direttore scientifico dell'Airc: "Grazie ai progressi della ricerca il tumore al seno è sempre più curabile, ma il nostro obiettivo è migliorare ulteriormente la sopravvivenza"

giovedì 11 ottobre 2018 19:32

di Gabriele Fiore

Mediagallery

Nel mese di ottobre la nostra città si tingerà di rosa per la campagna di sensibilizzazione dedicata al tumore al seno. Dal 1° al 31 del mese infatti, tutte le farmacie del “Network Alphega” potranno promuovere l’iniziativa esponendo una locandina e tenendo sul banco un espositore contenente le spille “Nastro Rosa”. I clienti potranno contribuire al sostegno della ricerca con una donazione minima di 2 euro acquistando il gadget (clicca qui per trovare la farmacia più vicina a te aderente all’iniziativa).

Sono milioni le persone in tutto il mondo che scelgono di indossare il nastro rosa, simbolo della ricerca, della prevenzione e della vicinanza verso le donne che stanno affrontando questa malattia. In Italia questa malattia colpisce una donna su otto, soltanto nel 2018 i nuovi casi stimati sono stati 52.300 nella popolazione femminile (dati diffusi nel volume “I numeri del cancro in Italia 2018”).

Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) dal 1965 contro la terribile malattia, ha contribuito destinando solo negli ultimi 5 anni oltre 50 milioni di euro alla ricerca in questo ambito. Ma c’è ancora molto da fare, come ricorda Federico Caligaris Cappio, direttore scientifico dell’Airc. Grazie ai progressi della ricerca – spiega Caligaris Cappio – il tumore al seno è sempre più curabile, ma il nostro obiettivo è migliorare ulteriormente la sopravvivenza, è quindi necessario continuare a investire nella ricerca”. In questo senso è stato scelto come simbolo un nastro incompleto, in modo da rappresentare l’impegno più grande: puntare al 100% di sopravvivenza al tumore al seno.

La conferenza di presentazione del mese dedicato al “Nastro Rosa” andata in scena giovedì 11 ottobre nei locali di Palazzo Civico è stata presieduta dall’assessore all’Associazionismo Andrea Morini. Era presente l’atleta Mauro Martelli, nonché testimonial sportivo Airc e forte sostenitore della campagna. In sala da segnalare la presenza del 36enne ricercatore Valerio Voliani, il quale ha spiegato gli obiettivi del suo operato e ha sottolineato l’importanza della ricerca che sta compiendo nel campo dei tumori (clicca qui per leggere l’articolo completo sulla sua ricerca che studia un nuovo approccio per combattere il cancro)
Presenti anche il dottor Marco Fabiani in rappresentanza di Farma.Li. e  il farmacista Paolo Santini.

La testimonianza – Durante la presentazione, Edi Nencini ha riportato una testimonianza molto bella e commovente di quanto le è accaduto. Il suo racconto deve essere un monito per far sì che la prevenzione diventi un qualcosa di abitudinario nella vita delle donne e di come si possa affrontare questo male ed uscirne vincitrici. Edi ha raccontato di come un giorno le venne diagnosticato un doppio tumore al seno. In questi casi c’è soltanto un’opzione da fare: “Doppia mastectomia – racconta – e soltanto le donne possono capire cosa significhi. La mia storia è la stessa di molte ragazze, signore e donne in generale con le quali sono venuto a contatto durante le mie visite all’ospedale. Essere ancora qui oggi a raccontare quanto mi è accaduto è un qualcosa di straordinario. Posso dire che per me si tratta della terza vita: la prima la vivevo in una campana perché pensavo che non mi potesse mai capire qualcosa di simile. Poi ho affrontato il tumore e l’ho sconfitto ed infine ho deciso di tatuarmi una leonessa perché rappresenta la guerriera che è in me”.

In Toscana durante la campagna si illumineranno di rosa numerosi palazzi comunali e monumenti, in modo da contribuire ad un coinvolgimento più capillare e popolare. Nel dettaglio la città di Livorno, nelle serate di sabato 13 e domenica 14 ottobre illuminerà di rosa il Gazebo della Terrazza Mascagni ed il Cisternino di città.

E’ possibile contribuire alla ricerca in diversi modi:

– Online su nastrorosa.it.

–  Con tutte le carte di credito chiamando il numero verde 800.350.350.

– Chiamando il 45521 da telefono fisso per donare 5 o 10 euro.

– Mandando uno o più Sms al 45521 da cellulare personale per donare 2 euro.

– Indossando una spilletta di Airc con il simbolo del nastro rosa, disponibile a fronte di una donazione minima di 2 euro nelle farmacie Federfarma e Alphega aderenti all’iniziativa e sul sito nastrorosa.it.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Stefania

    Grazie Edi hai dato una motivazione a tutte le donne per la prevenzione ed una GRANDE speranza per tutte le “BIMBE” malate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive