Cerca nel quotidiano:


Vigilanza H24 al pronto soccorso

Dal 16 settembre il servizio sarà attivo nelle strutture degli ambiti territoriali di Livorno

lunedì 29 Luglio 2019 15:46

Mediagallery

In merito alla problematica delle aggressioni in ospedale, l’Azienda USL Toscana nord ovest sta lavorando per prevenire gli episodi di violenza contro il personale sanitario e per dare risposte alle giuste richieste degli operatori. In particolare, è stata approvata dalla direzione aziendale, con l’avvio dei nuovi contratti di cui si sta occupando la struttura “Servizi Economali interni ed appaltati”, l’estensione della vigilanza sulle 24 ore nelle strutture di pronto soccorso degli ospedali dell’Asl. In particolare il servizio diventerà H24 già nei prossimi giorni all’ospedale “Versilia”; a partire dal 12 agosto negli ospedali dell’ambito territoriale di Pisa; dal 1° settembre nell’ambito di Lucca, dal 16 settembre nelle strutture degli ambiti territoriali di Livorno e Massa Carrara. Sempre in base alle linee guida dettate da Regione Toscana e Ministero della Salute sono in atto altre azioni aziendali. Si sta lavorando ad azioni preventive rivolte alla formazione del personale, all’organizzazione del lavoro ed agli interventi di tipo ambientale. Viene così effettuata un’analisi dei dati delle aggressioni e vengono condotti sopralluoghi ed interviste negli ambienti di lavoro più esposti, revisionando anche la letteratura scientifica sulla materia. Sono previsti inoltre audit periodici e formazione del personale, con il coinvolgimento della struttura che si occupa di benessere organizzativo, del settore della sicurezza dei pazienti e dei medici competenti. Grazie a questa attività si sta cercando di far emergere anche i casi che finora non venivano segnalati.

Cgil: “L’Asl acceleri i tempi: guardia giurata subito” – 
“Apprendiamo con soddisfazione la decisione dell’Asl di estendere h24 la vigilanza della guardia giurata presso il pronto soccorso di Livorno: una richiesta che avevamo avanzato da tempo e che finalmente troverà concretezza – scrive in una nota Angelina Ibelli, delegata sindacale Fp-Cgil provincia di Livorno – A quanto apprendiamo dagli organi di stampa sembra però che questa decisione diventerà operativa soltanto a partire dal prossimo 16 settembre: una scelta incomprensibile visto che in altri ospedali della stessa azienda (come ad esempio Lucca o Pisa) l’estensione h24 della vigilanza entrerà in funzione molto prima. Non si usino due pesi e due misure, i dipendenti del pronto soccorso di Livorno devono essere adeguatamente tutelati e rispettati: invitiamo pertanto l’Asl a accelerare i tempi e a mettere a disposizione di Livorno già dai prossimi giorni una vigilanza h24. La situazione al nostro pronto soccorso sta infatti diventando sempre più insostenibile, stiamo osservando una escalation di aggressioni ai danni dei lavoratori. A partire da giugno gli accessi giornalieri sono passati da circa 180 a 220: la mancanza di personale e il dilatarsi dei tempi d’attesa sta rendendo sempre più difficile il lavoro e a farne le spese sono sempre di più i cittadini e gli stessi lavoratori. All’Asl chiediamo dunque un cambio di passo: il servizio di vigilanza dev’esser rafforzato il prima possibile senza attendere il 16 settembre. L’incolumità dei lavoratori non deve più essere messa a rischio”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Carlo

    meglio tardi che mai…svegliatevi… i tempi sono purtroppo, cambiati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.