Cerca nel quotidiano:


Scuola Bartolena. “Un poster per la pace”, ecco i vincitori

Non è stato facile per i selezionatori della scuola Bartolena decidere i vincitori del premio “Un poster per la pace” promosso per il terzo anno dal Lions Club Porto Mediceo

Domenica 19 Gennaio 2020 — 18:11

Mediagallery

Non è stato facile per i selezionatori della scuola Bartolena decidere i vincitori del premio “Un poster per la pace” promosso per il terzo anno dal Lions Club Porto Mediceo. Tre le classi che hanno preso parte all’iniziativa (la Prima M e la Seconda I di via Bois, la terza D di Banditella)  per una sessantina di alunni che hanno dato il meglio di sé per disegnare la loro idea di pace del mondo e del suo cammino: un tripudio di colori e sensibilità.

I vincitori sono Riccardo  Sarri della I M, Giulia Aquino della II I, Flavia Soldati della III D.  Visto l’entusiasmo con cui i ragazzi hanno partecipato e il livello dei loro lavoro, il presidente del Lions Club Porto Mediceo Marco Giusti e la socia Laura Antico hanno pensato di premiare anche i secondi e terzi classificati:  Ginevra Bianchi e Tommaso Corti per la I M, Anna Perasso e Viola Zuzolo per la II I, Eva Bozzolini e Giorgia Roch della III D. Per tutti poi un attestato di partecipazione, applausi e fotografie.  Il presidente Marco Giusti ha sottolineato il valore di questa iniziativa che consente ai ragazzi di riflettere su un tema tanto importante e si è detto “emozionato nel vedere come i più giovani pensano la pace”.

Il sodalizio fra scuole Bartolena e Lions Porto Mediceo è ormai una tradizione: per il terzo anno la scuola, con il preside Ersilio Castorina e la vice preside Cecilia Cariello, ha accolto con entusiasmo l’iniziativa e ragazzi e docenti si sono buttati anima e corpo nel progetto.  Fogli, matite, pennarelli, pastelli e tempere per pensare, immaginare, sperare, disegnare.  Nel percorso di creazione i giovani artisti sono stati seguiti dalle insegnanti di arte Monica Argiolas, Cecilia Massignan, Isabella Garrisi, Lavinia Iacomelli e l’insegnante di inglese Manuela Frigoli  che coordina il progetto.

Il concorso – organizzato da più di 30 anni dal Lions International –prevede adesso una selezione  toscana e italiana, per accedere, eventualmente, alla selezione finale  nella quale saranno assegnati un primo premio (che include 5.000 dollari  e un viaggio, per il vincitore e due familiari, a una cerimonia di premiazione) e  23 dei premi di  merito (500 dollari).

Riproduzione riservata ©