Cerca nel quotidiano:


Scuola, novità sui contributi

Martedì 14 Giugno 2016 — 12:58

Mediagallery

Importanti novità si profilano per il Pacchetto Scuola 2016/2017, il contributo finalizzato a coprire le spese necessarie per la frequenza scolastica. Innanzitutto l’anticipazione dell’uscita del Bando rispetto agli anni passati, poi l’informatizzazione della domanda che dovrà essere presentata esclusivamente online, infine l’ambito più ristretto dei destinatari del contributo che vede escluse le scuole primarie.
“Importanti novità – ha esordito la vicesindaco Stella Sorgente in apertura della conferenza stampa di presentazione – indicate dalla Regione Toscana e che noi condividiamo in quanto vanno nella direzione di velocizzare procedure burocratiche; quelle procedure che in passato hanno determinato forti ritardi nell’erogazione dei contributi”. “Condivisibile anche la scelta di escludere dal Pacchetto le scuole primarie che già dispongono delle cedole librarie a carico del Comune – ha aggiunto la vicesindaco – una scelta dunque economica ma anche politica di riservare maggiori risorse alla scuole secondarie incentivando in questo modo il proseguo degli studi e prevenendo la dispersione scolastica”.
Alla conferenza stampa di presentazione del Pacchetto 2016/2017 hanno preso parte anche il dirigente del settore educazione e sport Massimiliano Bendinelli, Elena Pelagatti dell’ufficio Applicazioni Informatiche e Marco Marinai, funzionario dei servizi scolastici. Per velocizzare i tempi di erogazione dei contributi economici, la Regione Toscana ha deciso per la prima volta di anticipare al periodo estivo l’uscita del Bando che tradizionalmente veniva emanato in periodo autunnale. La domanda di ammissione al Bando dovrà infatti essere presentata a partire dalle ore 9.00 di lunedì 20 giugno fino alle ore 12.00 di venerdì 9 settembre 2016.

Come presentare la domanda? – E qui sta appunto l’altra novità introdotta dal Comune di Livorno ( unico in Toscana nell’aver creato una nuova procedura informatizzata per velocizzare i tempi ed evitare la stampa di oltre 5000 moduli): la domanda deve essere inoltrata esclusivamente on line sul sito del Comune (servizi on line- Sportello del Cittadino – Scuola). Nelle graduatorie l’individuazione dei soggetti avverrà attraverso l’indicazione del numero di protocollo della domanda (numero di repertorio) fornito dal sistema al momento della presentazione della domanda on line L’esito della domanda potrà essere verificato anche on line, accedendo con le credenziali al sito del Comune di Livorno (servizi on line – Sportello del cittadino – Scuola).

Riproduzione riservata ©