Cerca nel quotidiano:


Al Niccolini Palli incontro con l’autrice Monica Bocelli

L’incontro sarà accompagnato da musiche eseguite dagli alunni del Liceo Musicale.

Venerdì 31 Marzo 2017 — 09:59

Mediagallery

Monica Bocelli, Pedagogista clinica, autrice di numerose pubblicazioni ed Educatrice presso l’Associazione Artemisia – Associazione donne maltrattate – presenterà il suo nuovo libro “Amori funesti”, sabato 1°Aprile 2017, nell’Aula magna dell’IIS “Niccolini Palli “ Via Ernesto Rossi, 6 dalle ore 9 alle 11.

L’iniziativa è parte integrante del Progetto di Istituto: “Femminicidio e violenza di genere” promosso dal Dipartimento di Filosofia e Scienze Umane.

Saranno presenti: la Vice Sindaca Stella Sorgente, l’Avvocato E. Cerrai Presidente del Consiglio Provinciale delle Pari Opportunità di Livorno; la Dr.ssa Federica Genovesi Presidente del Rotary Mascagni; Dr.ssa Irene Visone Presidente del Consiglio Provinciale delle Pari Opportunità di Collesalvetti; la Dr.ssa Letizia Vai Direttrice del CIAF. Parteciperanno all’incontro, a integrazione del loro piano formativo, gli studenti delle classi terze e quarte dei Licei Scienze Umane, Musicale ed Economico Sociale.

Ma ritornando adesso al libro di Monica Bocelli meritano di essere citate le tematiche affrontate dall’autrice che si incentrano sulla narrazione di storie di donne che si ritrovano in un vortice di paura e di violenza; sono per lo più donne straniere che sono approdate in quello che avrebbe dovuto essere, per loro, il regno della salvezza ma che si presenta invece, per certi aspetti, più crudele della madre patria. Donne vere, reali, in carne e ossa, vittime ma, al tempo stesso, eroine del tempo presente. Vengono affrontati temi sociali di grande attualità, primo fra tutti quello della violenza alle donne, argomento caro e noto all’autrice grazie alla sua esperienza professionale di pedagogista in un centro di antiviolenza. Un’altra tematica che si intreccia con la precedente è quella dell’immigrazione ma si parla anche di malattia mentale, sia di quella degli uomini violenti che della protagonista, nel racconto La compagna del cardinale.  C’è infine l’incontro dell’autrice con le diverse culture di alcune figure femminili immigrate. Lo spazio dedicato ai bambini è minimo ma non marginale: è quello che viene dato loro da madri che non lo sono per scelta, da donne che non sono state amate e per le quali non è così spontaneo donare amore, bambini vittime di violenza assistita ovvero indiretta, quella che hanno visto infliggere dal padre alla madre, ma non per questo meno deleteria. Questi racconti offrono dunque l’opportunità di riflettere su quanto spesso molte  donne che credono di trovare l’amore si ritrovano invece ad andare incontro alla “morte interiore dell’anima” che mina il senso di autostima e di autoefficacia personale, talvolta togliendo loro la dignità e purtroppo la voglia di reagire e combattere.
Tutto ciò  fa pensare che questo  appuntamento sia assolutamente da non perdere.
L’incontro sarà accompagnato da musiche eseguite dagli alunni del Liceo Musicale.

 

 

 

Riproduzione riservata ©