Cerca nel quotidiano:


Covid, il Comune potenzia la rete internet delle elementari e medie

L'assessora Bonciani e la vicesindaca Camici annunciano che entro fine gennaio 2021 sarà rafforzata la rete internet delle scuole elementari e medie

Mercoledì 2 Dicembre 2020 — 09:16

Mediagallery

L’assessora all’Università e Innovazione Barbara Bonciani e la vicesindaca Libera Camici con delega alle Attività didattiche annunciano che entro fine gennaio 2021 sarà rafforzata la rete internet delle scuole elementari e medie. L’intervento si rende necessario a seguito dei disservizi lamentati negli scorsi mesi da alcune scuole nel normale svolgimento delle lezioni dovuto al progressivo ricorso alla didattica a distanza. Lo scopo è quello di rispondere alla difficile situazione vissuta dai docenti e dai ragazzi nell’attuazione della didattica a distanza, per cui la Giunta comunale ha ritenuto necessario potenziare la rete internet in tempi brevi. Le scuole elementari e medie dispongono oggi di un collegamento internet realizzato nell’ambito della convenzione SPC (Contratto per la ‘Progettazione, realizzazione e gestione di un servizio di trasporto dati e sicurezza per la Rete Telematica Regionale Toscana) stipulato fra Regione Toscana e Telecom Italia Spa) a cui il Comune di Livorno ha aderito e che comporta una banda minima garantita di 20k, che non si è rilevato adeguato alle esigenze didattiche emerse con la pandemia sanitaria. A questo proposito l’assessora Bonciani dichiara: “Grazie ad uno studio di fattibilità effettuato dall’Ufficio Reti e Sistemi informatici, il Comune potenzierà la rete internet delle scuole all’interno del medesimo contratto SPC, passando ad un collegamento ad internet con banda minima garantita a 256k, oltre 10 volte superiore a quella attuale, con una velocità di picco di 30Mb. Questo intervento va ad aggiungersi al recente piano di aggiornamento adottato dal Comune di Livorno in sinergia con l’Università di Pisa e con il GARR che ha permesso di collegare mediante fibra ottica la quasi totalità delle scuole cittadine di secondo grado, consentendo loro un accesso internet a banda larga, adeguato alle esigenze didattiche. L’obiettivo è quello di andare incontro alle esigenze delle scuole e rafforzare il livello di innovazione del territorio livornese”.

La vicesindaca Libera Camici aggiunge: “Sappiamo quanto sia importante in questa fase garantire la continuità didattica ai ragazzi, anche attraverso nuove modalità digitali come la Dad. Con l’inserimento della Toscana in zona rossa, le classi seconde e terze medie sono tornate in didattica a distanza e anche alcune classi della primaria in questi mesi hanno utilizzato la Dad per affrontare i periodi di quarantena, o per garantire la continuità didattica ad alunni in isolamento a casa a causa del Covid. Per questo abbiamo ritenuto importante investire per poter dotare le nostre scuole di collegamenti veloci in grado di garantire una didattica a distanza  di qualità, senza interruzioni o malfunzionamenti dando la possibilità di usarea pieno e per il meglio tutti gli strumenti informatici. La scuola non può e non si deve fermare”.

Riproduzione riservata ©