Cerca nel quotidiano:


Enriques, il liceo sportivo compie 5 anni. “Sempre più offerte per gli atleti-alunni”

Tra le nuove collaborazioni anche quella con il Palio Marinaro e le Gare Remiere. L'istituto aderirà poi al progetto di sperimentazione  "Studenti Atleti" per permettere agli alunni impegnati nello sport agonistico di rimanere al passo con i programmi didattici

venerdì 30 novembre 2018 18:52

Mediagallery

Arrivati alla conclusione del primo quinquiennio è tempo, per il liceo Enriques, di fare un bilancio generale sull’indirizzo sportivo nella mattinata del 30 novembre. “In questi cinque anni lo sportivo è stato un punto di riferimento per gli atleti e studenti di tutta la provincia – ha detto il dirigente scolastico dell’istituto Manuela Mariani – negli ultimi anni siamo passati da 800 alunni a 1250, questa scuola sta crescendo, si sta rinnovando”. Sì perché, grazie all’indirizzo scientifico-sportivo, è stata data ai ragazzi la possibilità di integrare il proprio percorso di studio con numerose attività sportive, inserite anche nel percorso di alternanza scuola-lavoro. “Oggi il liceo sportivo è importante per quello che lo sport muove a livello economico – ha sottolineato il delegato provinciale del Coni Gianni Giannone – è fondamentale preparare i ragazzi non solo alle attività sportive in sé, ma anche a tutto ciò che ruota intorno al settore che, essendo in rapida espansione, ha sempre più bisogno di specializzazioni (ne è un esempio la figura dell’avvocato sportivo o del procuratore ndr)”.
Gli studenti nel corso degli ultimi anni si sono dilettati in discipline diverse tra loro, dalla vela alla scherma passando per atletica, nuoto e rugby. Da da quest’anno poi sarà inserito anche il Palio Marinaro e le Gare Remiere nell’offerta formativa degli studi del liceo  sportivo.
“Con Giannone stiamo cercando di inserire anche la lotta come attività scolastica – ha aggiunto l’assessore allo sport Andrea Morini – Tutto questo è possibile grazie anche al fondamentale appoggio di tutte le federazioni sportive”. Inoltre il liceo, per ribadire il concetto del connubio tra sport e studio, aderirà al progetto di sperimentazione didattica “Studenti Atleti” per permettere agli alunni impegnati nello sport agonistico di rimanere al passo con i programmi didattifci.
Al tavolo della conferenza erano presenti anche gli enti del Provveditorato e della Provincia nelle persone di Luigina Fabiani, coordinatrice dell’ufficio di educazione fisica, e Anna Roselli, responsabile del servizio cultura e reti scolastiche. In particolare quest’ultima si è soffermata sul problema della mancanza di palestre scolastiche della provincia livornese. “È necessario mettersi ad un tavolo per un’analisi dettagliata sulle problematiche sportive della città di Livorno – ha specificato Roselli – Una di queste è la mancanza delle palestre all’interno delle scuole, è diventato un problema sostenere economicamente il costo del trasporto dello studente dalla palestra alla classe, soprattutto se rapportato a tutti e tredici i licei privi di struttura sportiva della provincia”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.