Cerca nel quotidiano:


Fondazione Livorno consegna il premio Carlo Azeglio Ciampi a Daniele Musto

Il premio (7mila euro lordi), riservato ai neo laureati nei corsi di laurea magistrale, è stato assegnato al normalista Daniele Musto per la tesi “Del Secretario di Francesco Sansovino. Proposta di edizione critica”, con cui ha conseguito la laurea magistrale nel 2018 all’Università di Pisa

Venerdì 26 Marzo 2021 — 18:36

Mediagallery

Il bando della seconda edizione è stato pubblicato i primi di marzo ed è riservato ai neo laureati in scienze politiche, sociali, economiche che abbiano conseguito il titolo da non oltre due anni rispetto alla data di scadenza della presentazione della domanda, cioè il 16 aprile 2021

Si è svolta giovedì 25 marzo nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana, alla Scuola Normale di Pisa, la cerimonia di assegnazione del premio di laurea Carlo Azeglio Ciampi organizzato dalla Scuola Normale Superiore di Pisa e finanziato da Fondazione Livorno.

Il premio (7mila euro lordi), riservato ai neo laureati nei corsi di laurea magistrale, è stato assegnato al normalista Daniele Musto per la tesi “Del Secretario di Francesco Sansovino. Proposta di edizione critica”, con cui ha conseguito la laurea magistrale nel 2018 all’Università di Pisa.

Alla cerimonia, oltre al vincitore, hanno preso parte il Direttore della Scuola Normale Luigi Ambrosio, il Preside della Classe di Lettere Gianpiero Rosati, la Vice Presidente di Fondazione Livorno Cinzia Pagni, e l’ex Presidente della Fondazione Riccardo Vitti. Daniele Musto è stato prescelto tra 41 candidati che hanno partecipato alla prima edizione del Premio, dedicato alla figura dell’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi che fu allievo della Normale, e destinato ai migliori percorsi umanistici di giovani studiosi.

Il bando della seconda edizione è stato pubblicato i primi di marzo ed è riservato ai neo laureati in scienze politiche, sociali, economiche che abbiano conseguito il titolo da non oltre due anni rispetto alla data di scadenza della presentazione della domanda, cioè il 16 aprile 2021. Sarà assegnato alla tesi giudicata migliore che tratterà i rapporti tra politica, società e mercato.

400;”>Fondazione Livorno, che finanzia il premio, ha già programmato lo svolgimento della terza edizione.

Il bando della prima edizione è stato pubblicato nel gennaio 2020 e le domande di partecipazione, sono state valutate da un’apposita commissione composta dai professori Mario Piazza (Presidente), Stefano Carrai, Flavio Fergonzi, Anna Magnetto e Ilaria Pavan. Destinato a giovani brillanti studiosi di ambito umanistico, il premio è stato assegnato in base alla valutazione della tesi di laurea magistrale conseguita negli ultimi due anni, in particolare nelle seguenti discipline: Letteratura e Letteratura e filologia moderna, linguistica; Storia antica e filologia classica, Storia dell’arte e archeologia; Storia e paleografia. A parità di merito costituiva titolo di merito essere residenti da almeno due anni nella provincia di Livorno.

Daniele Musto, di Senago in provincia di Milano, è stato allievo del corso ordinario e del corso di perfezionamento della Classe di Lettere della Scuola Normale.

La commissione ha ritenuto che la sua tesi fornisse una “edizione impeccabile” di un testo di grande importanza nel quadro della trattatistica cinquecentesca. Inoltre Musto ha saputo collocare “la stratificazione redazionale del testo di Sansovino nella cornice della formazione del gentiluomo e delle nuove esigenze comunicative per cui le forme del genere epistolare, nelle corti di tutta Europa, andavano acquistando un’importanza cruciale”.

Dal sito della Scuola Normale Superiore si può accedere al bando e alla domanda per partecipare alla seconda edizione (2021) del Premio di laurea Carlo Azeglio Ciampi: https://amministrazionetrasparente.sns.it/concorsi-bandi-e-selezioni/borse-e-premi-di-studio/bando-l%E2%80%99assegnazione-del-premio-di-laurea-%E2%80%9Ccarlo-azeglio-ciampi%E2%80%9D

Riproduzione riservata ©