Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Gurri’s run, al camposcuola gli studenti del Cecioni corrono per Gabriele

Lunedì 16 Maggio 2022 — 16:48

Tutti gli atleti indossavano una maglietta con il logo realizzato in onore dell'amico e compagno di scuola. Presenti, tra gli altri, la vicepreside Paladini, tanti professori e il sindaco

Articolo e foto a cura di due alunni del Cecioni che fanno parte del progetto Ceciornale, il giornale online del Liceo Cecioni. Si tratta di Federica D’Oria e Zaira Porciani per la parte scritta e Emma Coppola per la parte relativa alle fotografie

Mercoledì 11 maggio si è svolta la “Gurri’s run” al campo scuola “R. Martelli”, la campestre organizzata dal liceo Cecioni, con la collaborazione della società Libertas Livorno, in memoria di Gabriele, un alunno della scuola tristemente venuto a mancare lo scorso ottobre. Questa iniziativa, partita dai suoi compagni di classe, ha visto una grande partecipazione: per ogni classe del liceo erano presenti almeno quattro studenti. I ragazzi che hanno partecipato alla campestre erano divisi in quattro gruppi: la categoria del biennio femminile, del biennio maschile e le categorie del triennio maschile e femminile. Inoltre si è tenuta una staffetta di 400m che prevedeva sei batterie ognuna delle quali composta da quattro alunni capitanate rispettivamente da : Manuel Spada, Margherita Tonda, Alessia Delfino, Claudia Saulle, Alice Pedri e Giulia Ciabattari. Erano presenti tutti gli insegnanti di educazione fisica della scuola (Agostini, Amirante, Battoni, Filippi, Fraschetti, Lessi, Marzini, Milicia e Porcellini), la vicepreside C. Paladini, la professoressa V. Cresti ed altri insegnanti del Cecioni. Le parole della professoressa C. Paladini sono state molto toccanti: “Gabriele correva, era uno sportivo e questo modo di ricordarlo è bellissimo, anche perché l’Iliade finisce con i giochi in onore di Ettore, e non c’è modo più bello di ricordare Gabri con una tradizione che è moderna, ma che deriva dall’antichità”. Anche il sindaco Luca Salvetti e la rappresentante dell’ufficio scolastico provinciale Rapisarda hanno preso parte all’evento. Ecco le parole del primo cittadino: “Questi sono i momenti coinvolgenti più belli che la città di Livorno sa proporre. A mio avviso, grande significato ha la reazione della città, soprattutto dei ragazzi e della scuola di fronte alla tragedia che ci ha colpito. È bello vedere questa grande partecipazione e penso che sia bello anche per i genitori vedere intorno a sé l’affetto e la voglia di tanti giovani di ricordare questo ragazzo nella maniera più genuina, stando insieme. È proprio questa la cosa che mi piace di più di questo momento”. Gli studenti livornesi hanno dimostrato grande talento e intraprendenza nello svolgimento delle varie gare, fra tutti rivolgiamo i nostri più sinceri complimenti ai primi classificati di ogni categoria: Sara Buoncompagni (biennio femminile), Edoardo Manfanetti (biennio maschile), Giulia Mastroeni (triennio femminile) e Giacomo Balestri( triennio maschile). Tutti gli atleti indossavano una maglietta con il logo realizzato in onore di Gabriele da Francesca Vivaldi, una studentessa della 5ª A del liceo artistico. Guido Vaccaro, il compagno di classe di Gabriele, spiega il suo significato: “Nel logo viene rappresentato il ragazzo che ci protegge dall’alto,con noi al centro che corriamo (alla fine la vita è una corsa) in mezzo a lui. Il camaleonte era l’animale preferito di Gabriele ed è ovvio che ci deve essere anche questo per commemorarlo”. Non possiamo dunque, che prendere spunto dalle parole di Guido e riflettere sul fatto che la vita è una corsa e non c’è modo migliore che percorrerla tutto insieme.

Condividi:

Riproduzione riservata ©