Cerca nel quotidiano:


I canti di Cambini nel saggio finale degli studenti

Il Niccolini-Palli ha accolto l’invito del prof. Paolo Edoardo Fornaciari di far studiare e eseguire agli studenti 4 dei 12 canti di Cambini e raccolti nel libro di Fornaciari “Il Livornese e Robespierre”

mercoledì 15 Maggio 2019 18:30

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Giuseppe Maria Cambini nacque a Livorno nel 1746 e intorno al 1770 si stabilì a Parigi dove compose inni e canti patriottici. Proprio questi canti sono stati ritrovati dal professore, storico e musicista, livornese doc, Paolo Edoardo Fornaciari, conosciutissimo con il soprannome di Pardo, e raccolti nel libro “Il Livornese e Robespierre”. La raccolta contiene le composizioni che Cambini scrisse nel 1794 a Parigi su commissione del Comité de Salut Public (Comitato di salute pubblica) ed in particolare del suo presidente Maximilien de Robespierre. Gli stessi canti sono stati protagonisti al Niccolini Palli: quattro di questi infatti su invito di Pardo – invito accolto dai docenti di lettere e di laboratorio di musica d’insieme – sono stati studiati ed eseguiti dagli studenti del Liceo musicale. “I brani raccolti nel libro sono del tutto inediti in Italia – racconta Fornaciari – Ma la scoperta più grande è stata il fatto che uno di questi fosse totalmente sconosciuto anche in Francia”. L’esecuzione, che si è tenuta nel pomeriggio di lunedì 13 maggio nell’aula magna dell’Istituto Niccolini Palli, ha visto la partecipazione dei cori di tutte le classi del liceo musicale diretti dalle professoresse Sara Bacchelli e Laura Brioli, accompagnati dai fiati e dalle percussioni diretti dai professori Filippo Ceccarini, Loreta Ferri, Matteo Lenzi e Giovanna Nieri e di due soprani e un contralto accompagnati al pianoforte.
“Le esecuzioni per coro e banda di questi brani sono una prima assoluta tutta italiana, se non addirittura mondiale – continua Fornaciari – Sapere che dei giovani ragazzi della nostra città hanno avuto come opportunità di saggio di fine anno quella di eseguire questi brani mi rende molto felice”.
L’evento è stato realizzato in collaborazione con il Vespucci e l’associazione “Comunico” la quale ha brevettato una speciale pedana vibro tattile attraverso cui allievi non udenti hanno potuto seguire il concerto attraverso le vibrazioni, come tramite una grande cassa armonica. “Quando insieme agli altri professori abbiamo pensato a questo progetto eravamo in dubbio sulla reazione che avrebbero potuto avere i ragazzi – conclude Fornaciari – Mai e poi mai ci saremmo aspettati così tanto entusiasmo da parte loro”.

Tutti i nomi dei prof. e dei canti – Il Coro delle classi 1°,2°, 3°, 4° e 5° del Liceo Musicale è diretto dalle proff.sse Sara Bacchelli e Laura Brioli accompagnato dall’Ensemble di Fiati e Percussioni del Liceo Musicale Niccolini Palli diretto dai proff.ri Filippo Ceccarini, Loreta Ferri, Matteo Lenzi e Giovanna Nieri. Il coro ha eseguito i brani corali “Pas de charge républicain”, “Les Rois, les Grands, les Prêtres”, “Ode sur les jeunes héros Bara et Viala”. Il brano “Salut et respect à la loi”, la cui esecuzione rappresenta una prima assoluta in Italia, è stato eseguito dai soprani Marina Brilli e Aurora Busoni e dal contralto Valentina Ferrarese accompagnati al pianoforte da Samuele Giannotti.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.