Cerca nel quotidiano:


Insegnanti a Capraia con “Un’isola per le scuole”

Aggiornamento didattico e metodologico per un gruppo di docenti del territorio, dalla Camera di commercio all’isola di Capraia per un modello innovativo di alternanza scuola lavoro

giovedì 08 novembre 2018 17:04

Mediagallery

Un gruppo di docenti dell’Iis Vespucci-Colombo di Livorno, dell’Isiss Marco Polo e Carlo Cattaneo di Cecina, e dell’Istituto di istruzione superiore Leopoldo II di Lorena, di Grosseto, ha iniziato stamani un percorso di formazione che li porterà a far parte attiva di “Scuole outdoor in rete”, con un progetto che la Camera di Commercio sostiene e si impegna a diffondere. Il progetto, di cui sono parte anche il Comune di Capraia Isola ed il Parco Nazionale dell’arcipelago toscano, utilizza una didattica alternativa e fuori dalle mura scolastiche ed è già sperimentato con successo nell’isola di Capraia, dove da anni affluiscono insegnanti e studenti che realizzano percorsi di alternanza scuola lavoro efficaci e di ampio profilo educativo.

Nella sede livornese i docenti, che provengono anche da altre province italiane, sono stati ricevuti dalla Dirigente di Ambito territoriale Ufficio VIII di Livorno Anna Pezzati, dalla responsabile dei Servizi di sviluppo economico Marta Mancusi, dal funzionario Luca Bilotti e dal referente del progetto Pier Paolo Traversari. La formazione ha investito innanzitutto temi didattici e psicologici, con un’intensa lezione di Mario Trombino, direttore del Centro di ricerca “Diogene” di Bologna. Poi, il gruppo è partito alla volta di Capraia, perla dell’arcipelago che ben si adatta ad accogliere gruppi di studenti che possano lavorare all’aria aperta. Accolti dal sindaco Marida Bessi, i docenti dedicheranno le giornate del 9 e del 10 novembre a sperimentare e apprendere la metodologia outdoor, con vere e proprie lezioni sul campo: dai lavori di gruppo lungo l’itinerario San Rocco all’orienteering storico per il paese, dalla lettura del paesaggio mediterraneo ai criteri per una programmazione didattica.

La rete scuole outdoor è aperta agli istituti che siano interessati ed anche allo svolgimento di progetti in altri luoghi che si prestino, come ad esempio l’isola d’Elba.

Sono molte le attività e le iniziative che  vedono coinvolta la Camera della Maremma e del Tirreno e sempre più intenso si fa il rapporto con le singole scuole del territorio di Grosseto e Livorno: è stata la dirigente Anna Pezzati a ringraziare l’ente camerale per la sua opera e a ribadire che pur in un quadro normativo in movimento sul tema dell’alternanza, ciò che conta è individuare progetti educativi come questo, che aiutino i giovani a orientarsi e a delineare il loro futuro.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive