Cerca nel quotidiano:


La “Notte Les” del Niccolini Palli si illumina tra poesia, giurisprudenza e matematica

I ragazzi sono stati i veri protagonisti della serata. Un evento di attualità e sensibilizzazione dedicato ai nuovi diritti della globalizzazione

sabato 27 ottobre 2018 18:39

di Gabriele Fiore

Mediagallery

E’ andata in scena la seconda edizione della notte Les (Liceo Economico Sociale) al liceo Niccolini Palli, quest’anno dedicata ai nuovi diritti della globalizzazione. Si tratta di un evento nazionale che mira a favorire l’approccio ad un mondo sempre più connesso e tecnologico, fornendo ai giovani alunni gli strumenti necessari per poterlo affrontare al meglio.
I ragazzi sono stati i veri protagonisti della serata di venerdì 26 ottobre poiché hanno avuto modo di confrontarsi in una vera e propria sfida sulla giurisprudenza cimentandosi poi in giochi matematici di abilità all’interno dei laboratori della scuola.
Non è mancato di certo il divertimento, ma la “Notte del Liceo Economico Sociale” è stata soprattutto un’occasione per parlare di argomenti profondi e di estrema attualità: dalla violenza sulle donne, affrontato grazie all’associazione Fidapa e all’intervento della professoressa Angela Simini riguardante la carta dei diritti della bambina, fino all’etica dei robot discussa insieme al professore del Sant’Anna di Pisa, Emanuele Rossi. Si sono susseguiti poi numerosi esperti in vari campi. Ha preso parola anche Massimo Montuori, rappresentante della polizia postale, che ha sensibilizzato gli studenti sul tema delicato e importante come quello della privacy, tematica molto discussa al giorno d’oggi e che spesso, se non percepita a dovere, può produrre danni enormi soprattutto ai minori, come ha sottolineato l’ispettore Montuori.
E’ intervenuta anche la vicesindaco Stella Sorgente che, oltre a complimentarsi per il progetto, ha evidenziato l’importanza del voto politico invitando i presenti a partecipare al prossimo evento che si terrà al Cisternino di Città il 30 di novembre dove si cercherà di dare gli strumenti base di orientamento ai giovani nei meandri della politica nazionale e internazionale. Orientamento utile a chi, come gli studenti del liceo, si approccerà alle urne per la prima volta, o a chi, semplicemente, cerca dei chiarimenti sull’argomento.
“Quello che ci ha colpito di più è stata la grande e viva partecipazione – ha commentato con soddisfazione Carmine Villani, dirigente scolastico del liceo Niccolini-Palli – Gli studenti si sono rivelati molto interessati alle tematiche ed hanno accolto positivamente questa iniziativa”.
Anche i professori non sono stati da meno. Si sono dimostrati appassionati al loro lavoro e hanno saputo intrattenere magistralmente i visitatori anche con dei dolci deliziosi, da loro stessi realizzati.
Da sottolineare anche l’accorato intervento del dottor Marco Mascitelli, ex studente del liceo classico, che ha riscosso vivo successo con la sua relazione sulla globalizzazione.
La serata si è conclusa alle 22 circa con la lettura di una poesia di Eve Ensler intitolata “La mia rivoluzione inizia nel corpo”, recitata dai ragazzi del Niccolini-Palli e destinata a riecheggiare nelle aule di una scuola che vuole essere a misura della “persona”, prestando una grande attenzione ai bisogni di ciascun alunno.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive