Cerca nel quotidiano:


Le Mazzini… a stelle e strisce: gli alunni volano a Chicago

Soggiorno di tredici giorni nella megalopoli statunitense per gli alunni delle scuole medie Mazzini che hanno così portato a termine il gemellaggio con LaSalle Language Academy

giovedì 03 Ottobre 2019 17:59

Mediagallery

Soggiorno a stelle e strisce per gruppo di alunni della scuola media Mazzini. Gli studenti hanno inaugurato il loro anno scolastico oltreoceano, a Chicago. Si è svolta, infatti, dal 5 al 19 settembre la fase americana del gemellaggio fra l’istituto cittadino e il comprensivo a indirizzo linguistico LaSalle Language Academy. Lo scorso aprile era approdato a Livorno un gruppo di studenti americani, ospitati dalle famiglie degli alunni delle Mazzini, questo settembre sono stati invece i compagni americani ad accogliere nelle loro case e nella loro scuola i ragazzi livornesi.
Gli studenti, di età compresa fra gli 11 e i 13 anni, hanno vissuto due settimane in famiglia, hanno frequentato le lezioni nella scuola LaSalle e hanno vestito essi stessi i panni di insegnanti per i coetanei americani iscritti al corso di italiano. Durante il loro soggiorno hanno avuto modo di conoscere la città di Chicago, con i suoi monumentali grattacieli e le sue vie d’acqua, alternando visite ai musei e ai centri commerciali. Hanno inoltre fatto esperienza di cultura americana a vari livelli, giocando a bowling e andando allo stadio a vedere una partita di baseball, adattandosi alle abitudini, agli orari e allo stile di alimentazione delle famiglie ospitanti (e non è mancato chi ha ricambiato cucinando piatti di carbonara, anche se, per forza di cose, con il bacon al posto della pancetta).
“Portare gli alunni dall’altra parte dell’Oceano è una grande responsabilità – raccontano le insegnanti che si occupano del progetto – ma lo facciamo perché crediamo nel valore formativo di questa attività. Chi ha la possibilità di fare fin da giovanissimo esperienze di questo tipo diventerà con più probabilità un adulto responsabile e consapevole, e anche chi non può personalmente viaggiare verso gli Stati Uniti può conoscere a scuola alunni di diversa cultura durante la fase italiana del gemellaggio”.
L’ultimo pensiero delle insegnanti è un ringraziamento per il personale Alitalia che, soprattutto durante il viaggio di andata, così emozionante e delicato per i ragazzi, ha seguito il gruppo con grande disponibilità e cortesia.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.