Cerca nel quotidiano:


Il liceo Enriques “parla” cinese

Le attività svolte durante il laboratorio sono state principalmente pratiche, dall'Atelier della Pittura e Maschere di Pechino all'Angolo delle costruzioni delle Lanterne con protagonisti i ragazzi della 1^L, i primi a sperimentare questo nuovo percorso

Martedì 6 Marzo 2018 — 11:49

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Cambio di look per il liceo Enriques che con il progetto Porte aperte alla Cina dà il via al nuovo liceo Scientifico Linguistico (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare la fotogallery a cura di Simone Lanari). La lingua cinese, infatti, già da inizio anno, è stata inserita come materia curriculare del nuovo indirizzo linguistico ed, in collaborazione con l’Istituto Confucio di Pisa e il suo direttore Wù Xueyàn, sono stati organizzati nel pomeriggio del 5 marzo una giornata di laboratori pratici per far conoscere la lingua orientale ai cittadini ed ai futuri studenti. “Siamo orgogliosi di essere il primo Liceo livornese ad aver aperto le porte alla Cina– ha sottolineato il dirigente scolastico Manuela Mariani – Dalle indagini sul territorio è emerso che le aziende richiedono questa competenza e per questo ci siamo fin da subito mossi per creare una classe con la lingua cinese come materia curriculare”.

Enriques, porte aperte alla Cina. Foto Simone Lanari

Le attività svolte durante il laboratorio sono state principalmente pratiche, dall’Atelier della Pittura e Maschere di Pechino all‘Angolo delle costruzioni delle Lanterne con protagonisti i ragazzi della 1^L, i primi a sperimentare questo nuovo percorso. La novità principale di questa nuova esperienza intrapresa dalla scuola, infatti, è l’utilizzo della lingua già dal primo anno di superiori, con la prima classe che vanta 27 iscritti. Durante le ore scolastiche, i ragazzi, oltre alla consueta lezione di cinese, hanno la possibilità di interagire per un’ora con una madrelingua messa a disposizione dallo stesso istituto Confucio che si preoccuperà di far conoscere la propria tradizione culturale:” La cultura cinese apparentemente sembra così distante – ha aggiunto la professoressa di cinese Costanza Ramazzo – per questo motivo le abbiamo voluto dedicare un pomeriggio”.
La stretta collaborazione con l’Istituto Confucio permetterà alle Enriques di poter già guardare al futuro grazie alle numerose richieste di iscrizione per il prossimo anno scolastico. Non solo, il Liceo punta, infatti, a diventare un centro ufficiale di certificazione di lingua:”L’Istituto si è subito messo in moto per accontentare le nostre richieste. Abbiamo già una classe per il prossimo anno e stiamo lavorando per rendere le Enriques un centro di certificazione ufficiale della lingua” ha concluso il dirigente scolastico Mariani.

Riproduzione riservata ©