Cerca nel quotidiano:


Materiale didattico per asili, scuole e Museo di Città grazie al “Progetto Scuole”

Banco Bpm (Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno) diventa sponsor comunale ed elargirà un contributo di 18.529 euro

Martedì 18 Dicembre 2018 — 18:03

Mediagallery

Banco Bpm (Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno) e Comune di Livorno hanno sottoscritto un contratto di sponsorizzazione con cui l’istituto di credito si è impegnato a finanziare l’acquisto di materiale didattico e informatico, di giochi e strumenti tecnologici per 14 strutture scolastiche comunali, oltre ad alcuni arredi e dispositivi per il Museo di Città. E’ il capitolo livornese del “Progetto Scuole” presentato martedì 18 dicembre a Palazzo Civico dal sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, e dal responsabile direzione territoriale Tirrenica di Banco Bpm, Matteo Faissola.

Quattro gli ambiti di intervento dell’iniziativa, cui Banco Bpm destinerà un contributo di 25mila euro: quello rivolto agli asili nido renderà possibile l’acquisto di giochi e attrezzature adeguati allo sviluppo psicomotorio dei bambini nei primi anni di vita; quello rivolto alle scuole materne consentirà l’acquisto di giochi, materiale e attrezzature informatiche aggiornate per lo svolgimento di attività ludiche e didattiche; terzo ambito quello che riguarda le scuole primarie a cui verranno fornite alcune lavagne interattive multimediali per lo svolgimento di attività didattiche. Infine, il progetto coinvolgerà il Museo della Città per la fornitura di arredi  e strumenti tecnologici per lo svolgimento di attività e laboratori per alunni e insegnanti all’interno del polo museale.

“Ringraziamo il Banco BPM per la sensibilità e disponibilità mostrata verso la città con questa iniziativa -ha dichiarato Nogarin –  Appena si è palesata abbiamo subito pensato alle nostre strutture scolastiche e al Museo di Città, punti di riferimento della nostra comunità che con queste attrezzature potranno così fare un ulteriore passo nel cammino di miglioramento della propria offerta didattica, educativa e culturale”

“Con questa iniziativa  – ha sottolineato Faissola – la Banca mette in pratica la propria vocazione territoriale applicando il principio di “restituzione” alla comunità, scegliendo di sostenere progetti destinati ai bambini e alle famiglie”.

Con il Progetto Scuole, attivato in diversi comuni del Paese, Banco Bpm si impegna a realizzare progetti e iniziative a sostegno delle scuole pubbliche nel miglioramento o nel rinnovo dei loro edifici o delle dotazioni materiali e didattiche.

Riproduzione riservata ©