Cerca nel quotidiano:


Nasce l’Officina dell’Alternanza per le superiori di Livorno e provincia

Il 14 dicembre, alle 11.30 nell'Aula Magna I.I.S Niccolini Palli si è tenuto il seminario di presentazione del progetto per migliorare il sistema dell’alternanza scuola-lavoro

Sabato 15 Dicembre 2018 — 10:36

Mediagallery

L’alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori, anche nei licei, è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) in linea con il principio della scuola aperta. La scuola deve, infatti, diventare la più efficace politica strutturale a favore della crescita e della formazione di nuove competenze, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro. Per questo, deve aprirsi al territorio, chiedendo alla società di rendere tutti gli studenti protagonisti consapevoli delle scelte per il proprio futuro. Con l’alternanza scuola-lavoro viene introdotto in maniera universale un metodo didattico e di apprendimento sintonizzato con le esigenze del mondo esterno che chiama in causa anche gli adulti, nel loro ruolo di tutor interni (docenti) e tutor esterni (referenti della realtà ospitante).
L’alternanza favorisce la comunicazione intergenerazionale, pone le basi per uno scambio di esperienze e crescita reciproca. In questo contesto, il progetto “Officina dell’alternanza” vanta un ampio e variegato partenariato con capofila l’IIS Niccolini Palli, con cinque istituti scolastici della provincia livornese (Liceo Enriques Livorno, ITIS Galilei Livorno, IIS Vespucci Colombo Livorno, Liceo Fermi Cecina, ISIS Einaudi Ceccherelli Piombino), con Provincia di Livorno Sviluppo, Itinera Formazione, Itinera progetti e Ricerche soc. coop., Scuola Italiana Turismo, Simurg Ricerche, Polo Tecnologico di Navacchio, Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, Provincia di Livorno. Questi soggetti svilupperanno nei prossimi mesi un nutrito numero di attività formative e non formative che vanno dalla formazione dei tutor scolastici ed aziendali, a quella rivolta alunni  sul tema della sicurezza, dell’orientamento al lavoro e all’auto imprenditorialità, fino alla realizzazione di un ciclo di seminari sulle tematiche strategiche per favorire il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro. In sintesi questo progetto intende creare una solida base per le presenti e future attività di alternanza scuola-lavoro. Tutto questo è stato presentato nel seminario del 14 dicembre cui hanno partecipato tutti i partners, illustrando gli obiettivi, i risultati attesi e il cronoprogramma ed informando sulle modalità di partecipazione alle attività.

La mattinata si è aperta con un’introduzione musicale della violoncellista del liceo Musicale Syria Marino; si sono susseguiti poi gli interventi del professore Carmine Villani, dirigente scolastico della scuola capofila, dei referenti delle agenzie formative, che hanno illustrato obiettivi e cronoprogramma del progetto, dei docenti referenti per l’alternanza scuola lavoro delle scuole coinvolte, che hanno posto l’accento sull’importanza di una alternanza scuola lavoro di qualità e coerente con il curricolo scolastico e di alcuni studenti presenti, che hanno condiviso gli aspetti più significativi delle loro esperienze di Asl.

Riproduzione riservata ©