Cerca nel quotidiano:


Nidi, aprono le iscrizioni. Le rette per il nuovo anno

Tutte le informazioni per inoltrare la domanda. Iscrizioni aperte fino a venerdì 8 giugno. In totale 921 posti: 533 per i quattordici nidi comunali, i restanti 388 riservati ai dodici nidi privati

Mercoledì 23 Maggio 2018 — 21:06

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Da lunedì 28 maggio aprono le iscrizioni ai Servizi Educativi 0/3 anni per l’anno 2018/2019. Le iscrizioni rimarranno aperte fino alle ore 13 di venerdì 8 giugno (nel link in fondo all’articolo l’elenco dei nidi e le rette suddivise per fasce di reddito e Isee). In totale 921 posti: 533 posti per i quattordici nidi comunali e i restanti 388 riservati ai dodici nidi privati convenzionati e spazio-gioco privato. Inoltre, dei 921 posti disponibili 427 sono all’interno del percorso 0/6, secondo la normativa nazionale del “sistema integrato di educazione ed istruzione dalla nascita fino a 6 anni”. Ai 921 posti si aggiungeranno anche quest’anno 24 posti riservati dalla Fondazione Livorno a sostegno delle famiglie più deboli portando l’offerta educativa a complessivi 945 posti. L’impegno del Comune per il mantenimento dell’offerta educativa ammonta (previsioni Bilancio 2018) a circa 9 milioni di euro.  In totale, come detto, 921 posti a cui le famiglie possono accedere alle stesse condizioni per costi (pagando, a parità di situazione reddituale, la stessa retta nel Servizio pubblico e in quello privato convenzionato) e di qualità perché le educatrici dei servizi privati convenzionati sono tutte inserite nei percorsi di formazione professionali realizzati dal Comune che controlla e coordina – dal punto di vista pedagogico e gestionale – tutti i servizi inseriti nell’offerta pubblica integrata con la supervisione  del Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze.

Come presentare la domanda – Le domande devono essere presentate dalle ore 9 di lunedì 28 Maggio 2018 alle ore 13 di venerdì 8 giugno 2018 con le modalità di seguito specificate. Per informazioni ed assistenza: da giovedì 24 maggio 2018 è attivo il numero 0586-820970 dal lunedì al venerdì negli orari 9-13 e 14-17,30. Le domande devono essere presentate on-line accedendo, tramite internet, alla Rete Civica (www.comune.livorno.it) del Comune di Livorno nella cui home page sarà presente da lunedì 28 maggio un link “Bando iscrizione Nidi ed altri servizi educativi”; cliccando su “Bando iscrizione Nidi ed altri servizi educativi” si trovano due ulteriori links

1. “credenziali di accesso ai servizi on line” , ovvero username e password che consentono di utilizzare tutti i servizi on line di “Sportello del cittadino” (acquisizione dell’attestato di ammissione al servizio, pagamento della retta del servizio educativo, pagamento della mensa scolastica, rinnovo del permesso ZTL, cambio domicilio, richiesta di agevolazione/esenzione tariffaria, richiesta di copertura comunale della retta 0/3 privata, etc)

2. “password temporanea” che può essere richiesta da un cellulare, il cui numero diventa username, che ha durata di soli n.3 giorni e che è valida solo per la presentazione della domanda di iscrizione ai Servizi Educativi 0/3.

Username e password acquisiti nell’uno o nell’altro modo danno accesso al modulo informatico guidato, seguendo le cui istruzioni si può compilare la domanda; eventuali informazioni e/o assistenza possono essere richiesti dal lunedì al venerdì in orario 9-13 e 14-17,30 al numero 0586-820970 che è attivo da giovedì 24 maggio 2018.

“Siamo contenti di aver ulteriormente migliorato l’offerta – ha detto il vicesindaco Stella Sorgente – stiamo continuando ad investire nell’educazione. Stiamo collegando tutti e dodici i Nidi comunali ad una scuola dell’infanzia per formare i Poli dell’infanzia 0-6 anni, quest’anno abbiamo unito il Nido l’ “L’Aquilone” con la scuola dell’infanzia “Il Flauto Magico” “.
Per perseguire questo obiettivo il Miur ha stanziato al Comune € 2 milioni e 695 mila per progetti edilizi strutturali che permetteranno di costruire due nuovi centri dell’infanzia 0/6: il primo, in Corea, unirà il nido comunale “Zerotre” e la scuola statale dell’infanzia “Agnoletti” mentre il secondo interesserà il Nido comunale “Santelli” e la scuola dell’infanzia “La Marmora”. Con la realizzazione di tali progetti tutti i nidi di cui è titolare il Comune diventeranno Poli 0/6 anni.

Riproduzione riservata ©

Allegati

3 commenti

 
  1. # Marco

    Se anziché rette fossero stati segmenti sarebbe stato meglio! Qui si paga all’infinito !

    1. # Virgilio

      Da che mondo e mondo il nido costa caro… va in base al reddito Isee…Bisogna riconoscere che la giunta 5 stelle ci ha dato un bell’aiuto diminuendo la retta per tutto il 2019. Io da 340 euro sono passato a circa 250. Sono tanti, ma mi hanno aiutato e il servizio è ottimo.
      La gente vorrebbe tutto gratis…

  2. # Bicicletta

    Sementi e segmonti e mia figlia come tanti altri non ha trovato posto ne al nido ne alla materna comunale, e poi chiediamoci perche la gente non fa figli, ma vergogna