Cerca nel quotidiano:


Nidi e Infanzia, 10 richieste di inserimento di bambini ucraini

La vicesindaca: "Stiamo predisponendo un progetto ad hoc per l'accoglienza, in prospettiva, dei bambini provenienti dall'Ucraina"

Giovedì 14 Aprile 2022 — 15:30

Mediagallery

Contattata da QuiLivorno.it sull’argomento la vicesindaca Libera Camici, con delega alle attività educative, spiega che per quanto riguarda i nidi e le scuole dell’infanzia comunali sono state ricevute dal Comune 10 richieste di inserimento da parte di famiglie arrivate dall’Ucraina: 5 per i Nidi e 5 per le Scuole dell’Infanzia. “Non avendo attualmente posti disponibili per i “piccoli” del Nido, dove c’è anche una lista di attesa, non è stato possibile accogliere le domande. Per le domande sull’Infanzia sono state proposte 3 scuole dove avevamo possibilità di inserimento per le fasce di età rappresentate, ma le famiglie richiedenti hanno preferito accogliere le proposte delle Statali più prossime al proprio domicilio. Poiché la questione dei profughi ucraini non finirà ora, e attualmente la questione dell’inserimento dei profughi nelle scuole non dell’obbligo non è stata disciplinata a livello statale, l’ufficio Attività Educative sta predisponendo un progetto ad hoc per l’accoglienza, in prospettiva, dei bambini provenienti dall’Ucraina”.

Riproduzione riservata ©