Cerca nel quotidiano:


Piantine aromatiche per festeggiare l’inizio di nidi e materne

Il sindaco Salvetti e la vicesindaca Mannucci hanno partecipato alle feste di apertura dei nidi e scuole dell’infanzia, intervenendo al Centro Infanzia Alveare ed al nido Chicchirillò

domenica 08 Settembre 2019 08:48

Mediagallery

Il sindaco Luca Salvetti e la vicesindaca Monica Mannucci hanno partecipato la mattina di sabato 7 settembre alle feste di apertura dei nidi (comunali e convenzionati) e scuole dell’infanzia, intervenendo al Centro Infanzia Alveare ed al nido Chicchirillò e piantando nei giardini delle piante di rosmarino, timo e basilico, nell’ambito dell’iniziativa “Giardino odoroso e fiorito”.
“Le piantine – spiega il sindaco Salvetti – saranno curate e annaffiate dai bambini durante l’anno, cresceranno con loro negli orti scolastici, che vedono Livorno tra le città che contano il maggior numero di questo importante strumento didattico”.
“La pianta ha un significato simbolico – aggiunge la vicesindaca Mannucci precisando che – da un lato curare insieme le piante porta a un coinvolgimento dei genitori per una scuola più efficiente e migliore. Dall’altro è simbolo propedeutico per l’attività degli orti didattici”.
“L’orto – sottolinea la vicesindaca – invita ad uno stile di vita sano. Per ottenere un frutto occorre fatica e saper aspettare. La pianta rappresenta il ciclo della vita. Se il seme si cura nasce una pianta robusta che darà un frutto sano. Questo per riammettere al centro dell’attenzione quanto sia importante il valore della crescita dell’individuo soprattutto in una società complessa come quella attuale”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Rosa Arienti

    Mi pare che continui l’attenzione livornese per i nidi e scuole dell’infanzia comunali, nel solco di una tradizione laica, egualitaria. Bella notizia.

    1. # Virgilio

      I nidi e gli asili comunali sono diversi anni che li frequento e obbiettivamente sono sempre stati gestiti bene anche se qualcosa può essere migliorato: i giardini in generale fanno abbastanza schifo in tutti gli asili con prati senza acqua e spesso erba incredibilmente alta che non permette ai bambini di recarsi nel bel periodo. L’unica cosa che non comprendo nel suo discorso quando lei scrive “tradizione laica etc..”…ma cosa c’entra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.