Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Progetto XXV Aprile, il Liceo Enriques partecipa alla Giornata del 25 novembre

Giovedì 24 Novembre 2022 — 18:21

Saranno svolte attività con l’Associazione Evelina De Magistris nell’ambito del Progetto “Educare alle differenze per educare alla consapevolezza di sé”

Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne e la violenza di genere. Il Liceo Enriques da anni ha incluso le tematiche di genere tra le attività qualificanti della propria offerta formativa e le ha deliberatamente inserite all’interno del più generale Progetto XXV Aprile che affronta, sia in chiave storica che attuale, le tematiche della resistenza all’oppressione e della lotta a ogni forma di discriminazione e violazione dei diritti umani. Relativamente alle questioni di genere, anche quest’anno, come negli anni precedenti, saranno svolte attività con l’Associazione Evelina De Magistris nell’ambito del Progetto Educare alle differenze per educare alla consapevolezza di sé”. Inoltre, in prossimità della data del 25 novembre, sono stati previsti incontri con il Centro Antiviolenza Randi, che opera sul territorio e che svolge un’importante funzione di supporto per le tante situazioni di difficoltà vissute dalle ragazze, dalle donne e dalle soggettività non binarie. Il giardino dell’Enriques da questo anno, così come avviene in altre scuole, ospiterà anche delle panchine rosse, simbolo e monumentum di una violenza sessuale che ha dati impressionanti, anche nella nostra città: vogliamo ricordare Francesca, Ginetta, Franca, Alessandra uccise da uomini violenti. Ma vogliamo ricordare anche violenze più oscure, che si consumano tutti i giorni, all’interno delle pareti domestiche, degli ambienti di lavoro, delle aule dei tribunali, dei luoghi dedicati al tempo libero e allo svago. Sicuramente anche nelle scuole stesse. Riteniamo che se ne debba parlare, non in modo rituale ma costante e significativo. Parlare ed agire con concrete azioni educative. Siamo convint* che sia molto importante il riconoscimento e la decostruzione degli stereotipi patriarcali e sessisti che alimentano la violenza sessuale; è importante per allontanare la violenza dalle nostre vite, per riconoscersi come persone, per crescere in libertà.

Condividi:

Riproduzione riservata ©