Cerca nel quotidiano:


Proposta: un’ora a settimana di educazione civica in ogni scuola

Avviata la raccolta firme all'URP comunale per la legge d'iniziativa popolare promossa da ANCI: Sorgente: "Abbiamo aderito volentieri"

venerdì 19 ottobre 2018 16:58

Mediagallery

I cittadini livornesi potranno firmare per la legge di iniziativa popolare promossa da ANCI per introdurre nelle scuole di ogni ordine e grado un’ora alla settimana di educazione alla cittadinanza, come disciplina autonoma con propria valutazione. I moduli sono disponibili nell’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Comune al piano terra del Palazzo civico. “Abbiamo aderito volentieri a questa iniziativa di ANCI, inserendola nel programma del nostro Settembre Pedagogico – ha dichiarato Stella Sorgente dopo aver apposto la prima firma sul modulo comunale – Il nostro programma “Scuola e Città” è incentrato già dallo scorso anno sul tema dell’educazione alla cittadinanza proprio perché, da amministratori pubblici, riconosciamo il valore aggiunto di una cittadinanza consapevole dei propri diritti e doveri e attribuire alla scuola il compito di avviare e seguire questo percorso di consapevolezza è una garanzia per il futuro. I bambini sono infatti degli straordinari promotori di buone pratiche e quando le apprendono sono subito portati a diffonderle. Quell’ora di educazione civica diventerà così anche un veicolo interessante per trasferire ai genitori regole e opportunità del buon civismo”.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # PirataTirreno

    Ottima iniziativa. Credo che sia molto utile, forse più per i genitori che per gli alunni. Verrò a firmare.

  2. # Ci sei..?? O ci fai..??

    1 ora è poco leviamo materie inutili come ginnastica musica e religione (facoltativa)

    1. # Fabio Di Giovannella

      Musica o religione potrebbero anche essere “inutili” ma la ginnastica o propedeutica all’attività fisica dovrebbe essere incrementata. Noi siamo fanalino di coda in Europa per l’attività fisica svolta negli istituti scolastici e lo puoi notare guardando le rose di giocatori di qualsiasi sport.

  3. # Valerio

    Bell’iniziativa ma purtroppo inutile….i ragazzi cresceranno e aiutati dalla televisione e dalla stampa di oggi che da voce e fama a certa gente, si accorgeranno ben presto che nella vita si realizza solo chi calpesta il prossimo e fa la furba….quello che manca a questi giovani sono degli esempi da seguire!!! I genitori, quelli presenti davvero, ci provano, ma la tv spazzatura sta rovinando i propri figli!!

    1. # Elia

      È vero ma davanti alla tv spazzatura e ai giochi violenti delle varie console ce li mettono i genitori perché è più facile che trovare il tempo per dialogare, la tv si può anche spegnere. Ah già ma poi il bimbo come fa? Farà bizze, scenate e allora si dà retta a loro e non ci si impone non si spiega, si riaccende e via e poi a lamentarci se sono disobbedienti e senza regole. Iniziativa ottima tutto serve, se si parte dicendo ma tanto ormai..si è già perso qualsiasi battaglia.

  4. # Alfonso

    OTTIMO, OTTIMO. E’ ora che i giovani imparino come si vive in un paese CIVILE….Contro il bullismo e delinquenza gratuita…..!!!!

  5. # Agapito

    Suggerisco di sostituire l’ora di Educazione Civica con un’ora dedicata alla conoscenza e all’approfondimento della nostra Carta Costituzionale e dei trattati Europei. L’educazione civica già sperimentata in passato non è più sufficiente a trasmettere i valori sui quali deve fondarsi la coesione sociale.

  6. # Mauro.B

    I giovani potranno sempre fare quello che fanno adesso, ma l’Importanza dell’educazione civica è anche che viene insegnato come funziona lo Stato, con apparati che molti non conoscono… la Corte dei Conti, il Consiglio della Magistratura, la Ragioneria di Stato, la Questura, la Prefettura, ecc, perchè il politico fa presto a dire io propongo e sono altri che mi bloccano MA perchè ti bloccano? se viene insegnato imparerà come funziona uno Stato e potrà pvalutare le dichiarazioni con la sua testa.
    Pertanto andate a FIRMARE

  7. # Irene Bartoli

    Benissimo! Anche piu di un’ora….. Finalmente!

  8. # guernica

    Meritoria quest’iniziativa ma vorrei precisare che l’insegnamento di questa materia è già prevista dall’anno 2010/11 con il termine “Cittadinanza e Costituzione” per un’ora alla settimana in tutte le scuole di ogni ordine e grado e deve essere affrontata dal docente di storia e geografia…quindi l’unica modifica che andrebbe apportata è quella di renderla oggetto di valutazione, cosa che, al momento, non è (o, al limite, lo è a livello discrezionale).

  9. # guernica

    una piccola aggiunta: rispondendo alla giusta osservazione di Agapito va sottolineato che all’interno del programma di “Cittadinanza e costituzione” è previsto, oltre all’analisi dei veri tipi di educazione (ambiente, sanitario, alimentare..), lo studio dei principi base della Carta costituzionale anche in relazione alle altre legislazioni delle istituzioni dell’Unione europea.

  10. # Marisa

    Per i giovani la scuola (LA BUONA SCUOLA) D E V E essere fonte non solo di insegnamento, ma motivo di AVVIO alla vita, di educazione civica, del buon vivere, di buone maniere, di prepararsi alla maturità… Ok per le materie, ma non rendiamo sterile la struttura con solo la “tecnica” perché anche lo “spirito” ha bisogno di crescere….

  11. # Franco

    OTTIMO!!! BENE!!! BEN FATTO!!! insegnare ai giovani l’educazione, la pulizia, il rispetto delle cose pubbliche non può fare che BENE e aiutare lo stesso Comune e la nostra città a prevenire tanti DANNI e tante SPESE!!! Fategli anche vedere come sono pulite e tecnologicamente avanti le città del nord europa… impariamo da chi è più bravo di noi

  12. # fabio

    inutile, sarà un’ora di ricreazione o poco più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive