Cerca nel quotidiano:


Riparte l’anno scolastico. Al via i servizi educativi del Comune con 10 nuovi assunti

Nelle giornate di venerdì 3 e sabato 4 settembre, si terrà, come di consueto ogni anno, l'accoglienza nei 14 nidi, nelle 10 scuole d'infanzia comunali e nei servizi educativi convenzionati. I servizi dell'offerta pubblica integrata sono costituiti dai servizi educativi 0-6 comunali e da 13 privati convenzionati

Sabato 28 Agosto 2021 — 09:46

Mediagallery

nche per quest'anno sono state confermate le misure di prevenzione anti-Covid 19 già adottate lo scorso anno: misurazione della temperatura corporea, compilazione delle autocertificazioni, gestione dei casi sospetti. In più controllo del Green Pass

Dal primo settembre ripartono tutti i servizi educativi del Comune di Livorno, con l’assemblea per i genitori dei nuovi iscritti. Sarà mantenuta la stessa organizzazione dello scorso anno nel rispetto delle disposizioni conseguenti al protrarsi della situazione di emergenza sanitaria.

Nelle giornate di venerdì 3 e sabato 4 settembre, si terrà, come di consueto ogni anno, l’accoglienza nei 14 nidi, nelle 10 scuole d’infanzia comunali e nei servizi educativi convenzionati. I servizi dell’offerta pubblica integrata sono costituiti dai servizi educativi 0-6 comunali e da 13 privati convenzionati, presso i quali il Comune si riserva 388 posti. A questi si aggiungono 24 posti come azione di sostegno alle famiglie più deboli, finanziati dalla Fondazione Livorno attraverso il progetto “Asili 2020-2021”.

Da lunedì 6 settembre, si spalancheranno le porte per tutti i piccoli alunni che potranno già usufruire del servizio mensa. Dal primo settembre entreranno in servizio 10 nuovi assunti che andranno a supportare il personale già esistente.

Le due cooperative Progetto A e Orsa, riunite in Ati (associazione temporanea di impresa) si sono aggiudicate l’accordo quadro dei servizi aggiuntivi a sostegno della disabilità. A questo proposito forniranno il personale di sostegno, 19 insegnanti ed educatori e una serie di servizi aggiuntivi sui temi della disabilità e dell’inclusione, sullo sviluppo di relazioni tra famiglie e progetti che riguardano la mediazione linguistica e affiancamento a famiglie con bambini la cui disabilità è stata recentemente diagnosticata.

L’apertura dell’anno scolastico è stata presentata questa mattina dal sindaco Luca Salvetti e dalla vicesindaca Libera Camici nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta in Sala Cerimonie. Presenti anche la dirigente del settore Istruzione e Politiche Giovanili Michela Casarosa, la responsabile del Sistema Integrato 0-6 Patrizia Talozzi e Carmela Totaro dello stesso ufficio.

“L’anno scolastico inizia con zero criticità” sono queste le parole del Sindaco nel commentare l’avvio dei servizi educativi “Lo scorso anno, dopo il primo lockdown, la struttura comunale ha approntato una organizzazione perfetta per gestire l’eventuale presenza di casi di positività al Covid.19, modalità che è stata riproposta anche per il nuovo anno scolastico 2021/2022.

Con l’inizio dell’anno scolastico entreranno in servizio 10 unità di personale a tempo indeterminato, 9 educatori e un insegnante. Inoltre, in seguito ad una procedura di gara europea, è stato affidato il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato per educatori e insegnanti a Randstad Italia Spa per il biennio 2021/22 e 2022/23 per un importo complessivo di 1 milione e 936.140,00 euro e nel mese di settembre è prevista l’attivazione di 22 contratti. Ringrazio gli uffici dell’Istruzione del Comune di Livorno che con il loro lavoro consentono di mantenere molto alto il livello dei servizi educativi”.

“Il Comune di Livorno è tra i primi comuni che apre i servizi educativi dal primo settembre – ha aggiunto la vicesindaca – e questo lo dobbiamo al lavoro degli uffici e alla collaborazione delle insegnanti. Lo sforzo dello scorso anno di avviare l’anno scolastico in piena pandemia ci ha consentito di ripartire quest’anno con tranquillità. In più tutte le educatrici sono in possesso del Green Pass il cui controllo, al momento giornaliero, è stato affidato alla ditta Cooplat. 16 operatori si occuperanno ogni giorno di verificare che il personale sia dotato della certificazione verde. Inoltre non abbiamo esternalizzato i servizi, ma siamo riusciti ad ampliarli con un accordo quadro con le cooperative Progetto A e Orsa, a sostegno della disabilità”.

In seguito alla proroga dello stato di emergenza sanitaria al 31/12/2021 sono state confermate tutte le misure di prevenzione rischio Covid-19 tra cui la conferma del personale educativo integrativo necessario per la gestione delle attività dei bambini in gruppi separati. In totale saranno 20 gli educatori/insegnanti part time.

La mensa sarà organizzata con turnazione e i refettori avranno spazi separati. Anche per quest’anno sono state confermate le misure di prevenzione anti-Covid 19 già adottate lo scorso anno: misurazione della temperatura corporea, compilazione delle autocertificazioni, gestione dei casi sospetti. In più controllo del Green Pass. Tutto il personale dei servizi comunali è in regola con il Green Pass.

Riproduzione riservata ©