Cerca nel quotidiano:


Robotica in classe grazie al Lions Club Livorno Host

I bambini della nostra città più vicini alla robotica grazie al Lions Club Livorno Host in collaborazione con il Leo Club, gli amici Pierluigi Chiosi e Riccado Maggiari Salvadori e la società RoboCode

Venerdì 26 Febbraio 2021 — 11:22

Mediagallery

Il progetto pilota coinvolgerà una quinta elementare dell’istituto Immacolata. I bambini si cimenteranno, durante le ore di scuola, nella costruzione e programmazione di piccoli robot grazie alla fornitura di kit Lego WeDo

I bambini della nostra città più vicini alla robotica grazie al Lions Club Livorno Host in collaborazione con il Leo Club, gli amici Pierluigi Chiosi e Riccado Maggiari Salvadori e la società RoboCode.

Il progetto pilota coinvolgerà una quinta elementare dell’istituto Immacolata. I bambini si cimenteranno, durante le ore di scuola, nella costruzione e programmazione di piccoli robot grazie alla fornitura di kit Lego WeDo.

L’Istituto paritario dell’Immacolata ha deciso di aderire alla proposta poiché rappresenta un momento educativo importante in grado di coniugare le menti sempre più brillanti dei bambini con le tecnologie del futuro. Una opportunità di crescita e modernizzazione necessaria e interessante in un momento storico come questo, in cui la robotica occupa un posto sempre maggiore in ogni settore.

Il Lions Host radicato in città da 65 anni crede nell’innovazione intelligente avvicinando tre realtà apparentemente distanti tra loro su un terreno caro a tutti: la crescita dei nostri bambini.

size-medium” src=”https://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2021/02/lions2-600×400.jpg” alt=”” width=”300″ height=”200″ />Il progetto pilota, si articolerà per tutta la primavera, consisterà nel progettare un robot, costruirlo con le lego, aggiungere delle parti robotiche e farlo muovere attraverso un sistema di programmazione al computer. Il processo richiederà ai bambini di essere estremamente attivi, a differenza delle altre tecnologie di cui sono fruitori, le loro menti dovranno ingegnarsi nel pensare, organizzare e rendere operativa l’idea che vogliono realizzare: capacità di programmazione, problem solving, creatività e spirito di adattamento domineranno tutto il processo. Un apprendimento innovativo in cui il bambino è posto al centro, in cui è lui a creare istruzioni per una macchina e non il contrario, un modo di entrare nel vivo di ciò che giornalmente contattano.

Il gruppo di studenti coinvolto sarà guidato nelle fasi essenziali dal team RoboCode e da due insegnanti della scuola, la formazione investirà pertanto anche il personale scolastico che sarà in grado, nelle fasi successive, riproporlo in autonomia allargando questa incredibile opportunità ad altre classi.

Se come crediamo il progetto avrà un esito favorevole il prossimo anno il Lions si impegnerà a promuovere l’iniziativa su altro istituto scolastico interessato che creda, come ha fatto per prima la scuola elementare Immacolata, nell’adoperare le nuove tecnologie al servizio della formazione ed educazione delle nostre nuove generazioni.

Riproduzione riservata ©