Cerca nel quotidiano:


Al via la nuova edizione di sceglilastradaGIUSTA

Il programma, promosso dalla questura con l’Ufficio Scolastico Provinciale, si articolerà in 6 incontri educativi nell'ambito del mondo dello sport, della musica, dell'inclusività e non solo

Martedì 9 Novembre 2021 — 17:54

Mediagallery

di Lorenzo Evola 

Riparte, anche per quest’anno scolastico, con un nuovo format, il progetto #sceglilastradaGIUSTA (foto Amore Bianco), appuntamento promosso dalla questura con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Livorno. L’iniziativa – presentata ufficialmente il 16 settembre in occasione del concerto della Banda Musicale della Polizia di Stato all’interno del Mascagni Festival – rientra nel più generale percorso di insegnamento di educazione civica introdotto nel sistema scolastico nell’agosto 2019, il quale prevede un approccio di tipo trasversale che comprende la conoscenza delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e ambientali della società, dal macrocosmo al microcosmo territoriale, soffermando l’attenzione sul rispetto delle regole sociali a sostegno dei più giovani, delle loro famiglie e dei loro insegnanti. Il programma accompagnerà per l’intero anno scolastico, gli studenti delle Scuole Secondarie di Primo grado della provincia di Livorno che hanno aderito massivamente, e si articolerà in 6 incontri educativi che vedranno il coinvolgimento di figure professionali del mondo dello sport, della musica, degli uffici giudiziari fino a quello sanitario, senza trascurare l’aspetto inclusivo, che si riscontrerà nel dialogo tra gli studenti e i rappresentanti della disabilità. Prevista, al termine dell’iniziativa, anche una premiazione per il miglior elaborato (disegni, video, temi ecc.) che gli studenti realizzeranno nel corso dell’anno. Il calendario si aprirà giovedì 11 novembre, con il primo evento valoriale, riempito di contenuti altamente formativi direttamente dal Questore, Roberto Massucci e dal Comandante della Caserma dei Carabinieri, Colonnello Massimiliano Sole.
Seguiranno gli incontri con i rappresentanti della disabilità in programma per il mese di dicembre, e la manifestazione “Vita Da Social” con il truck della Polizia Postale, il 15 novembre, alla Terrazza Mascagni. La programmazione riprenderà, poi, con altri tre importanti eventi che si svolgeranno durante i primi mesi del nuovo anno, con Luigi Franchini Responsabile U.O.S. Educazione e Promozione della Salute Area Sud, con il Procuratore della Repubblica, Ettore Squillace Greco, e con un rappresentante dello sport e della musica. Il progetto è stato presentato martedì 9 novembre in una conferenza stampa all’interno del Polo della Gherardesca. Conferenza che ha visto la partecipazione di Roberto Massucci, Massimiliano Sole, Libera Camici (vice sindaca di Livorno), Gianluca Di Liberti (vice presidente Consiglio Comunale), Andrea Simonetti (Dirigente Ufficio Scolastico Regionale), oltre a Valerio Vergili e Fabrizio Torsi, rappresentanti del mondo della disabilità. “Questo è un progetto nel quale crediamo molto – dichiara Simonetti – l’insegnamento dell’educazione civica a scuola è un elemento, secondo me, indispensabile al giorno d’oggi e ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile tutto ciò, a partire dal Questore, dall’Arma dei Carabinieri, dal Comune per finire poi con gli altri interlocutori. Il numero elevato di scuole partecipanti dimostra, inoltre, la bontà del progetto che andiamo a proporre. La scuola non si deve limitare ad insegnare, ma deve trasmettere qualcosa in più, in modo tale da permettere ai ragazzi di pensare in modo diverso, più concreto”. “La scuola è il luogo dove nasce l’educazione dei cittadini del futuro, quindi chi vi si approccia deve tenere conto delle sue dinamiche – interviene Massucci – e credo che questo progetto le rispetta in pieno. Durante gli incontri previsti verranno trasmessi insegnamenti, valori e strumenti, da parte delle agenzie educative, che, sono sicuro, aiuteranno i nostri figli a fare la scelta giusta. Si parlerà di istituzioni, cultura, sport e musica, ma troverà spazio anche il tema della disabilità, tramite il contatto con soggetti come Vergili e Torsi che hanno saputo trasformare un disagio fisico in una straordinaria forza vitale e che saranno dunque di grande ispirazione per i ragazzi”.

Riproduzione riservata ©