Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Tiroide, successo nelle scuole per gli screening agli alunni

Mercoledì 11 Gennaio 2023 — 17:35

Nelle foto in pagina alcuni momenti della giornata di mercoledì 11 gennaio alla scuola Campana dove sono stati effettuati screening ai giovani alunni ed è stato spiegato loro il funzionamento e l'importanza della tiroide

Entusiasmo da parte degli alunni che hanno affrontato in maniera semplice ma efficace la comprensione della ghiandola endocrina della tiroide e il suo funzionamento prima di sottoporsi agli screening clinici effettuati proprio a scuola

Continuano con successo gli screening alla tiroide che dallo scorso dicembre sono partiti all’interno delle scuole cittadine come da progetto illustrato alla stampa durante una conferenza tenutasi in ospedale per illustrare l’iniziativa.
Dopo gli alunni delle primarie Micheli che hanno partecipato allo screening gli ultimi giorni scolastici di dicembre, nella giornata di mercoledì 11 gennaio sono stati i piccoli studenti di una classe dell’Istituto Comprensivo Bolognesi, il plesso Campana in via Stenone, a partecipare a questa iniziativa medico-sanitaria condotta in prima persona dal dottor Daniele Barbaro, dalla responsabile ufficio scolastico, la professoressa Luigina Fabiani, dalla presidente Associazione Ammalati di Tumore alla Tiroide Ketty Butini e dal promotore e coordinatore dell’iniziativa Francesco Farneti dell’omonima e nota farmacia.
Entusiasmo da parte degli alunni che hanno affrontato in maniera semplice ma efficace la comprensione della ghiandola endocrina della tiroide e il suo funzionamento prima di sottoporsi agli screening clinici effettuati proprio a scuola. Prossimo appuntamento mercoledì 25 gennaio quando i protagonisti saranno gli studenti delle scuole medie Bartolena, circa 100 alunni che hanno aderito all’iniziativa.
Tra le belle cose da sottolineare la cura, in caso di qualche esame da approfondire, del dottor Barbaro in prima persona anche fuori dalla struttura scolastica prendendosi in carico con appuntamenti ospedalieri i piccoli pazienti i cui risultati erano degni di un’ulteriore attenzione.
Il tutto con enorme soddisfazione da parte dei genitori dei bambini che, capendo a pieno l’importanza di questi incontri sia da un punto di vista divulgativo che da un punto di vista preventivo, hanno ringraziato i promotori per aver fatto partire questo progetto fondamentale per la salute.

Condividi:

Riproduzione riservata ©