Cerca nel quotidiano:


Vespucci si colora di rosso
per Sara Di Pietrantonio

Alle finestre dell'istituto, martedì 7 giugno, saranno appesi abiti, lenzuoli, bandiere qualunque cosa di colore rosso che serva a simboleggiare il sangue versato dalle donne uccise dai loro uomini

lunedì 06 giugno 2016 06:58

Mediagallery

Sara Di Pietrantonio, 22 anni, era una studentessa universitaria; è stata uccisa sabato notte a Roma da un ex fidanzato che detestava il senso della parola ‘ex’. Così l’ha inseguita, minacciata, tramortita, strangolata e infine l’ha bruciata viva. Il Vespucci (foto Lanari), sempre attento a educare i giovani alla legalità in tutte le sue forme, ha deciso di aderire all’iniziativa, nata su Twitter e Whatsapp, volta ad estirpare la cultura del femminicidio.
Per questo motivo, nella mattinata di martedì 7 giugno, alle finestre dell’istituto saranno appesi abiti, lenzuoli, bandiere qualunque cosa di colore rosso che serva a simboleggiare il sangue versato dalle donne uccise dai loro uomini, o ex uomini o corteggiatori rifiutati. In questo modo chiunque passi nelle vicinanze dell’edificio si fermerà a riflettere e leggere le motivazioni di una scelta a così forte impatto visivo. Perché #saranonsarà.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Giuliana

    …Rosso come il sangue delle donne versato…
    giovani donne alle quali è stata tolta e negata la vita e ogni speranza di avverare i loro sogni di madri, lavoro, e tutto quello che avevano nei loro cuori da uomini deboli e maledetti … riflettiamo su queste vite spezzate…

  2. # alunna

    Bellissima iniziativa. Grazie alla prof. Garsia che l’ha organizzata.
    Dobbiamo sempre gridare NO alla violenza sulle donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive