Cerca nel quotidiano:


Serie C Gold. Sorride soltanto la Pielle

Lunedì 3 Ottobre 2016 — 17:49

Mediagallery

Iniziato il campionato di seri C gold. Esordio amaro per Don Bosco e Libertas, sorride solo la Pielle.

Pallacanestro Don Bosco – Agliana 58-65 (11-18, 17-37, 44-53, 58-65)

Pallacanestro Don Bosco: Creati 6, Graziani 3, Maric 4, Schiano 6, Banchi 13, Bianco , Marchini 15, Batori, Colombo 2, Pastusena 9. Coach Saibene, assistente Capitani e Ferretti.
Agliana: Zaccariello 9, Bogani 4, Cavazzoni, Bargiacchi 13, Belotti 11, Limberti, Razzoli, Pinna 6, Carlesi, Nieri 9, Mancini, Puccioni 13.
Arbitri: Monciatti di Siena e Toscano di Asciano

Inizia male il campionato del Don Bosco; gli uomini di Saibene cedono davanti al pubblico amico ad Agliana. Eppure l’inizio era stato promettente; dopo appena 2’33” i livornesi, protagonisti di un ottimo avvio, erano già avanti sul 7-0, grazie ad un paio di ottime conclusioni di Pastusena. Da lì cala il buio, i neroverdi ospiti rispondono con un controparziale di 18-4 prendendo in mano le redini dell’incontro. Il primo quarto si chiude con Agliana avanti di 7, complice la pessima percentuale (5 su 23) del Don Bosco. Il canovaccio non cambia, anzi, nel secondo quarto; Marchini e compagni segnano appena 6 punti ed all’intervallo lungo Agliana chiude avanti di 20, sul 37-17. Al ritorno dagli spogliatoi arriva la reazione Don Bosco, con le sembianze di un parziale di 10-0 che riapre di fatto la partita. Gli ospiti però non si perdono d’animo ed all’ultimo intervallo vantano ancora 9 punti di vantaggio. Margine che gli uomini di Saibene non riescono più a rosicchiare, ed alla fine i due punti prendono la strada di Agliana.

ASD Valdisieve Pelago – Libertas Livorno 77-67 (23-18, 14-16, 22-16, 18-17)

ASD Valdisieve Pelago: Bandinelli 13, Piccini, Corsi 2, Cianchi, Rossi 3, Occhini 22, Coccia 19, Cherici 6, Fracassini 7, Bottini, Municchi NE, Piccini 3.
Libertas Livorno: Dell’Agnello 10, Ristori, Mori 2, Mariani 10, Maritano 9, Brunelli 3, Nesti 14, Armillei 15, Pantosti NE, Dal Canto 4.

Che non fosse un esordio facile, quella della Libertas Livorno in C Gold, lo sapevamo e lo avevamo annunciato anche in sede di presentazione con le parole dello stesso coach Pistolesi. E così è stato, con le Vele che si sono arrese solo nei minuti finali di fronte ad un’ottima formazione come quella di Valdisieve guidata dalla coppia Occhini e Coccia, veri rebus irrisolvibili per la difesa labronica. La Libertas però è sempre rimasta in partita, pur inseguendo quasi sempre i padroni di casa, arrivando anche sul più 2 (60-62) a 5 minuti dalla sirena finale. Poi qualche errore di troppo nella gestione della palla, soprattutto contro il pressing avversario e un paio di disattenzioni difensive che Valdisieve ha fatto pagare a caro prezzo a Nesti e compagni. Coach Pistolesi si dice tuttavia, se non soddisfatto, almeno consapevole che il meglio per la Libertas debba ancora arrivare: “Valdisieve è una squadra ben amalgamata, mentre noi stiamo ancora cercando di conoscerci al meglio. Ho visto Luis (Maritano ndr) in netta crescita e abbiamo avuto un Mariani fortemente limitato dai falli. In più l’assenza di Picchianti, insomma è decisamente prematuro preoccuparsi. Alzare qualità e livello della difesa e migliorare intesa in attacco è l’obiettivo delle prossime settimane di lavoro, ma vogliamo la vittoria fin dal prossimo match, l’esordio casalingo contro Certaldo previsto per domenica”.

Basket Olimpia Legnaia – ASD Pielle Livorno 60 – 73(12-22, 20-45, 44-58)

LEGNAIA: Zani 10, Vienni 5, Ademollo 4, Cambi 16, Fusillo ne, Temoka 2, Dozzani 2, Rosi, Conti 3, Malalan 6, Tarchi M. 2, Tarchi P. 10. All. Zanardo
PIELLE LIVORNO: Massoli, Bertolini, Burgalassi 5, Malvone 16, Giannetti, Cianetti, Capobianchi 2, Dell’Agnello 22, Sidoti 10, Vannini 2, Venditti 7, Buzzo 9. All. Mori
ARBITRI: Venturini di Capannori e Luporini di Lucca

In questa giornata amara per le squadre livornesi, a sorridere è la Pielle che vince, non senza soffrire, sul campo di Olimpia Legnaia. E’ stata una partita tirata che la formazione di Mori ha condotto dall’inizio alla fine. L’avvio è tutto di marca labronica grazie ad un Dell’Agnello scatenato e ad una difesa a tratti impenetrabile. Non a caso si va al riposo all’intervallo lungo con la Pielle avanti sul 20-45. Al rientro in campo, Legnaia è rigenerata grazie anche ai canestri da tre punti di Malalan e Cambi. Quintetto livornese in difficoltà e la rimonta, che sembrava impossibile, ad un passo dalla realizzazione. All’inizio dell’ultimo quarto, la Pielle conduce di 14 lunghezze e riesce a gestire bene il vantaggio fino al fischio finale.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!


4 commenti

 
  1. # nedo

    La Pallacanestro a Livorno una sola squadra….
    . LIBERTAS LABRONICA
    tutto il resto è noia….

  2. # stelio

    Labronica leader anche nelle categorie giovanili….semplicemente Grande Società…..nonostante tutto sommato sia ancora una start up nella Pallanestro.cittadina,ma già matura per competere con le più titolate giovanili a livello nazionale.

  3. # daniele

    Nedo e’ proprio così, sono andato in via Pera ed ho assistito ad alcuni allenamenti. Sembrava essere a Bologna, dove ho giocato per anni, ai tempi d’oro….tanto entusiasmo e tanta professionalità. La Labronica ha imboccato la strada del successo e mi rendo conto del motivo del fuggi fuggi generale dei ragazzi dalle altre società, e purtroppo senza una reazione minima dalle altre cantere storiche rischiando di scomparire.

  4. # valerio

    La Pallacanestro nelle varie serie B, C Silver, C Gold..etc.etc non ha significato….tanto e’ d’obbligo la rinuncia alla categoria superiore. Le societa’ devono investire nelle giovanili, e la Labronica lo sta facendo su livelli eccellenti, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti, aldila’ delle polemiche gratuite.