Cerca nel quotidiano:


Rivoluzione servizi on line, con Spid addio ai Pin

Con SPID viene messa la parola fine alle numerose autenticazioni e ai PIN che il cittadino è costretto a fare per ogni ente pubblico con cui entra in contatto

Venerdì 4 Novembre 2016 — 14:51

La sigla SPID significa Sistema Pubblico di Identità Digitale, ma la voluta assonanza rende bene l’idea di un sistema informativo nuovo, veloce e soprattutto sicuro. Con SPID viene messa la parola fine alle numerose autenticazioni e ai PIN che il cittadino è costretto a fare per ogni ente pubblico con cui entra in contatto. Da oggi infatti sarà sufficiente un solo profilo.
“Sono passi organizzativi importanti – dichiara l’assessore Martini alla semplificazione – che mirano a garantire servizi davvero integrati. Finalmente il cittadino non farà più il “postino” per la Pubblica Amministrazione , che invece deve essere davvero in grado di reperire al suo interno tutte le informazioni utili per gestire le pratiche. Con SPID andiamo in questa direzione”.
Il Comune di Livorno, tra i primi in Toscana ad avere aderito a questo progetto nazionale dell’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid), ha appena concluso la prima fase di sperimentazione del nuovo sistema identificativo, iniziata il 26 settembre scorso, testandolo su alcuni servizi di prova come i certificati di abitabilità, le pratiche edilizie, di artigianato e le autorizzazioni sanitarie.
Da oggi, quindi, cittadini e professionisti, potranno accedere con il loro nuovo PIN personale SPID anche ai portali dei servizi alle imprese AIDA (SUAP, SUED) del Comune di Livorno.
La piattaforma regionale AIDA è infatti già disponibile, anche se ovviamente soltanto per le attivazioni nell’ambito dei 90 enti toscani che la utilizzano. Il nuovo servizio SPID inoltre potrà a breve essere utilizzato anche per il futuro Portale comunale di Servizi al Cittadino in fase di ultimazione.
Per autenticarsi, invece, ai servizi “sperimentali” è necessario accedere alla piattaforma OpenToscana, raggiungibile direttamente dalla home del comune. La Regione Toscana ha infatti messo a disposizione la sua infrastruttura software (A.R.P.A.) che farà da “ponte” fra il sistema SPID e i servizi con autenticazione forniti dal comune.
Collegandosi con A.R.P.A. sarà possibile attivare anche la funzionalità di “delega” che permette a una o più persone di operare sui servizi che saranno indicati sulla piattaforma. Tale funzionalità sarà particolarmente utile agli studi professionali o Associazioni perchè permetterà di condividere le pratiche tra più persone. Ci vorranno ancora due anni perchè tutti gli enti pubblici completino il passaggio definitivo dei servizi accessibili tramite SPID.
Si ricorda infine che l’autenticazione potrà avvenire anche tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o con la nuova Carta d’Identità Elettronica (CIE). Le credenziali per accedere a SPID possono essere richieste gratuitamente anche a Infocert, Poste Italiane, Tim e Aruba.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!