Cerca nel quotidiano:


Si “allunga” la pista ciclabile

Completato il tratto dai Quattro Mori a piazza Giovine italia. Da piazza Giovine Italia a Porta a Mare deve essere invece ultimato con la realizzazione di un altro cordolo

Sabato 9 Luglio 2016 — 06:33

Mediagallery

Si allunga la pista ciclabile sul lungomare. E non è un modo di dire ma quanto sta accadendo. Sono infatti in corso i lavori dai Quattro Mori a Porta a Mare per collegare l’attuale pista ciclabile che inizia dall’ex cantiere Orlando/Coop e prosegue fino al Gabbiano. Nel tratto che va dai Quattro Mori a piazza Giovine italia il percorso per le due ruote, a doppio senso, è stato già realizzato così come il cordolo che separa le biciclette dalle auto e la segnaletica orizzontale.
Il tratto che va da piazza Giovine Italia a Porta a Mare deve essere invece ultimato. Qui è previsto un altro cordolo perché attualmente il marciapiede è troppo stretto per ricavarci sopra la pista. Di conseguenza, andando verso sud, la strada diventerà ad una sola corsia per auto, scooter e bus. Tutto l’intervento rientra nella nuova viabilità di questa zona che ha visto la realizzazione di due rotatorie.

Riproduzione riservata ©

103 commenti

 
  1. # Rick

    Non esiste giorno in terra, che passi di li per andare a lavorare, che non pensi e “stimi” in nostro sindaco per questo. È infatti un piacere vedere come civilmente vengano utilizzate le piste ciclabili dalle 2 ruote, rispetto invece alla sede stradale principale.

    1. # Aronne

      Spero tu stia scherzando. Io francamente non so chi “stimare” di più …l’amministrazione precedente che ha progettato il tutto o quella attuale che non ha mosso un dito per mandare avanti i lavori che ci hanno portato a questo.

  2. # Manfredi

    Bene, bravi!

  3. # Abitante

    Non vedo l’ora che sia tutto finito, ma avete visto che caos viene fuori.. Se poi i cari ciclisti non la usano, bei mi soldi… Comunque bel lavoro..

    1. # Chico

      ……più che altro speriamo che non la usino i pedoni + podisti come già fanno in quella del lungo mare.

    2. # Luigi

      La pista ciclabile è per andare a velocità moderata; con una bici da corsa, in alcuni tratti come ad esempio la passeggiata del lungomare è impensabile andare in bicicletta, ma non solo; NON E’ OBBLIGATORIO percorrere la pista ciclabile in bicicletta.

      Mettetevelo nella testa e smettete di suonare.

      Prima che vi accaniate vado sempre da solo in bici, quindi non mi trovate nei gruppi che invadono mezza corsia.

      Tolleranza = Civiltà = Convivenza

      1. # LabroniDOC

        Tollero chi rispetta la legge, e chi invade marciapiedi e carreggiate in presenza di idonea pista ciclabile è in torto e sanzionabile, l’ho visto in altre città coi miei occhi!! LEGGI E INFORMATI:
        ”NUOVO CODICE DELLA STRADA”
        (decreto legislativo 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni).

        Art. 182 comma 9.

        I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalita’ stabilite nel regolamento

      2. # luca

        la maggior parte dei tuoi colleghi viaggiano in gruppo(piu o meno numeroso) e sempre occupano metà carreggiata…suonare mi sembra il minimo!!!!!

  4. # Kristy

    Sacrificata la viabilita’ stradale provocando intasamento automobilistico continuo.

    1. # Alla Frutta

      Kristy non sono un amante di questa giunta ma purtroppo quando ci sono lavori c’è caos e bisogna pazientare. La pista cicliabile è un buon lavoro e dovrebbe togliere i ciclisti dalla strada. Piu che altro ci vuole che chi di dovrebbe controlli che siano usate da tutti indistintamente anche da quei cicloamatori che invadano le carreggiate pericolosamente perche si credono di essere alla parigi-Roubaix

      1. # Marco

        A LAVORI ULTIMATI IL CAOS CI SARÀ PRATICAMENTE LO STESSO DI ORA CHE CI SONO I LAVORI IN CORSO PERCHÉ I NOSTRI AMMINISTRATORI HANNO AVUTO LA BRILLANTE IDEA DI RESTRINGERE LA CARREGGIATA SUD DA DUE AD UNA CORSIA PER FARE POSTO ALLA PISTA CICLABILE. LA COSA CHE MI FA PIÙ RABBIA È SAPERE CHE I SOLDI CHE VERSO CON LE TASSE VENGONO SPESI IN QUESTO MODO.

    2. # Ilenia

      Eh devi andare in bicicletta al lavoro o usare i mezzi pubblici non avete ancora capito??? la macchina con una sola persona a bordo usavaaa!

      1. # Morchia

        Ma se lavoro fuori città? Mi faccio allenare da Cipollini? E lascia perdere i mezzi pubblici …

  5. # POVERA LIVORNO CHE FINE...........

    – Non mi sembra che con le rotatorie il flusso del traffio sia migliorato
    – Quando ci si immette sugli scali uscendo dai fossi essendo la carreggiata poco larga si crea ingorgo. Appunto in prossimità delle rotatorie lae carreggiate dovevano essere allargate e non ridotte snellire il flusso e l’immissione delle auto.
    – Ora stanno riducendo anche in Piazza Mazzini direzione sud fino alla BNL.
    -Se la facevano all’interno della Piazza NOOOOOO??? E lasciano corsie più ampie???
    MA TANTO PENSANO ALLA FUNIVIA…………..

    1. # DARIO

      VOI LIVORNESI NON CAMBIERETE MAI DI MENTALITA’…RIMANETE NEL VECCHIUME, E’ QUELLO CHE MERITATE!!!! MA PORTATE ANCHE RISPETTO A CHI TIENE A VEDERE UNA LIVORNO PIU’ PERFORMANTE E SOPRATTUTTO MODERNA!!!!

      1. # antonio

        non so da dove tu sia, penso un extraterrestre; non sono livornese, non ti poi permettere di offendere un intera citta per un opinione che non rispecchia in tuo pensiero …se tu avessi vissuto in altre citta, regioni, nazioni, realizzavi che in fondo siamo tutti uguali.
        saluti

  6. # Roberto1

    non si sono fermati alle rotonde ma vanno oltre, con aumenti di ingorghi continui, sempre più visibili e palesi. Presumo che l’assessore al traffico (qualora ne esistesse uno in questa amministrazione) dovrebbe andarsene. Veramente una situazione indecente. Qua i colori politici c’entrano poco

    1. # Fulmine

      Invece mi sembra che il problema sia soltanto quello dei colori politici ……

  7. # PierPaolo

    nei pochi metri che separano i 4 mori da piazza Mazzini un progetto fallimentare.
    Che rabbia.

  8. # franca

    Ah beh.. E io che credevo che una volta finiti i lavori, con la strada che sarebbe tornata di una larghezza normale, anche l’enorme traffico sarebbe finito. Invece la strada in quel tratto è previsto che resti stretta.. Non ci libereremo del caos in quella zona!! Ben fatto, bravi..

    1. # Marco

      Non solo non ci libereremo del traffico ma anzi la situazione peggiorerà. E dire che l’allora sindaco Lamberti fece allargare gli scali Novi Lena per realizzare due corsie per senso di marcia in modo da snellire il traffico! Inviterei volentieri l’assessore alla mobilità a venire sugli scali Novi Lena un giorno d’inverno con la pioggia al l’orario del rientro e poi vorrei chiedergli che ne pensa del restringimento di carreggiata per far posto alla pista ciclabile!

  9. # Lomack

    Ma un Assessore al traffico, si è mai fatto un giro intorno alle 18.00 sul tratto interessato dalla pista ciclabile !?? a me pare che sia stato fatto un errore a ricavare la ciclabile in quel tratto o forse si poteva utilizzare una parte della carreggiata come in via Cattaneo, delineata da cordoli gialli e magari stringendo il marciapiede che in quel punto è largo di 2.50 mt., si lasciava spazio per due auto, senza restringimentio che a settembre con la ripresa delle scuole creerà un traffico pazzesco !!

  10. # kamui

    la mia? Meglio che stia zitto!! Ci voleva un genio per ridurre ad una corsia, una strada di scorrimento, anzi, un’arteria del traffico cittadino, visto che il “centro storico” (ma de che?) è stato inopinatamente chiuso e mai riaperto, costringendoci a file e code interminabili, perchè per andare da A a B, a Livorno, c’è una sola strada… Meno male che la giunta era ambientalista…
    Peggio di così, era difficile

    1. # ugo

      peggio di loro hanno fatto solo le fermate degli autobus in mezzo alla strada in via grande.
      Una domanda…come ci assicurano che pista ciclabile non sia invasa dai pedoni? Vece? No grazie

  11. # masssi65

    Tranquilli, il prossimo passo sarà far sparire tutte le auto e si ritorna con i barrocci cosi il traffico non ci sarà più:tutto calcolato!

    1. # StefanoL

      Coi barrocci… e le zotte poi chi le raccatta? 😀 😀 😀

      1. # marco pepe

        piste ciclabili –rotatorie macchine sopra il marciapiede eccetera ”” ma i pedoni le mamme con passeggino aziani dove devono camminare

  12. # Liburnico

    Intasamenti a tutte le ore del giorno! Hanno creato un problema laddove non esisteva, dove invece ci sono i problemi tutto rimane uguale! Ti rivoto prestino!!!

    1. # pidiota

      Ah bel mi Cosimi che le piste ciclabili le faceva a Monterotondo e alla Scopaia così non dava noia a nessuno (anche se non servivano a nulla fuorchè a far guadagnare chi le costruiva), ora e ci son belle e andato a 70 km allora in quel tratto di strada come facevo prima!

      1. # orso

        Ma ti rendi conto che prima c’era il pd ,ora c’e’ il vice-pd ?
        A Livorno state proprio dimostrando di essere un vice-piddi.
        Quindi cambia nick,vicepiddiota

    2. # Ilenia

      Ancora prendi la macchina??? a piedi in bici o autobus, cosa c’è di meglio,risparmi, e non inquini

      1. # orso

        Ilenia ,ancora c’e’ la liberta’ di scelta .Non e’ OBBLIGATORIO bus e bicicletta.Te puoi utilizzarli chi ti dice niente,il vice-pd cerca di costringerci con mezzi meschini come questi restringimenti di carreggiata inutili (dietro Porta a Mare ne facevano 20 piste ciclabili…).Il guaio e’ questa pretesa di “educare”gli altri .Ma chi credete di essere ?Chi sei te per decidere cosa devo fare io o altre persone ????

  13. # Marcello

    No scusate ma mi vien da ridere, perche’ gira e rigira si vorrebbe additare ancora una volta il “colpevole” Nogarin ma…. viene fatto per vie traverse non sapendo neanche a chi addossare le “colpe” di questo innovamento non molto gradito a qualche cittadino, quindi :
    luoghi sbagliati per la realizzazione, l’assessore al traffico incapace,
    viabilita’ sbagliata e conseguenti disagi provocati nel traffico.
    Allora, se non si faceva nulla Nogarin dormiva e prendeva i soldi senza intervenire ed era un peso inutile buono solo a rubare lo stipendio da sindaco e via giu’ con i veleni e pettegolezzi , ora che sta facendo qualcosa di concreto e positivo per colorare un po’ questa citta’ “morta” che non ti offre nulla e che la pista ciclabile contribuirebbe a renderla un po’ piu’ viva e colorata, ti pareva che potevano mancare i soliti commenti polemici? Per me e’ una grande opera in fase di realizzazione ed essendo ciclista colgo l’occasione per ringraziare il regista di questi lavori qualsiasi firma porta. Invece di stare alla finestra e guardare e criticare tutto quello che fanno per la nostra citta’ cercate di essere piu’ obbiettivi e moderni, ormai le piste ciclabili ce l’hanno quasi in tutte le citta’ d’Europa, fatevene una ragione…e….grazie soprattutto al sindaco che sta facendo davvero tanto per la nostra citta’….non mi sembra che Cosimi abbia fatto tanto….O NO???

    1. # Andrea

      Una grande opera??!!!! Ma come ragioni??? Condannare il lungomare ad avere il traffico bloccato perennemente con un incredibile aumento del inquinamento lo chiami una grande opera???? Cosimi aveva riqualificato piazza Mazzini, portando la strada a 4 corsie con una viabilità ottimale

    2. # kamui

      colore???? Ma dove vivi??
      Il colore ce n’è tanto, sì, quello delle macchine in fila perpetua!
      Aspetta: piazza mazzini ad una corsia, quindi quando l’autobus si ferma alla fermata, tutti in colonna ad aspettare!
      L’assessore al traffico doveva venì da Città del Messico, no da Cutigliano dove se passa un ciuo all’anno, son tutti alle finestre a guardà!

    3. # leo

      ormai le piste ciclabili ce l’hanno quasi in tutte le citta’ d’Europa,

      LEVACI IL QUASI

  14. # Lepre

    E’ DA PRIMA DI NATALE CHE CI LAVORANO!!!!!….HANNO FATTO UN “VIOTTOLO” PER USCIRE DALLA CITTA’, HANNO INTASATO IL TRAFFICO CHE NELLE ORE DI PUNTA VIAGGIA A 5/10 KM ORARI…..TROPPO FACILE FARE LA VIABILITA’ AL TAVOLINO, CON ARIA CONDIZIONATA E RISCALDAMENTO….CON UN PC E TANTI BLA, BLA….POVERA LIVORNO COM’ERI BELLA…..

    1. # Fulmine

      È vero i lavori non sono velocissimi …. Ti vorrei ricordare che invece i lavori delle giunte precedenti erano molto veloci nei mesi finali del mandato e inesistenti x il resto del mandato

      1. # orso

        Il punto e’ un altro.Questi “lavori” non dovevano nemmeno cominciare! Il pd li aveva progettati,voi del vice-pd li portate a termine .Stessa razza.

  15. # adrenalina

    Grande Sindaco!! Grande M5S!! L’unico neo è che lungo la passeggiata sul Viale Italia (accanto alle baracchine) possono circolare pedoni e bici insieme senza che ci sia una corretta suddivisione del marciapiede. Questo è anche pericoloso.

  16. # MARK55

    1) dalla Coop all’Accademia NON esiste PISTA Ciclabile, ma una LARGA passeggiata dove i pedoni devono evitare i ciclisti ( convinti di trovarsi al Velodromo )
    2) Il terreno dalla Coop allo Scoglio della Regina a quale Comune appartiene?
    Visto la diversità di pavimentazione!

  17. # Eli

    Il cordolo fatto per delimitare la pista ciclabile e’ similare a quello che fu messo anni fa in via grande per la corsia bus.. Era un continuo d’incidenti e cadute dei motorini.. Sbagliando s’impara a Livorno non vale. Senza contare il caos di traffico che non c’è solo alle 18 ma a tutte le ore, dalla mattina alla sera essendo l’unica strada che collega direttamente nord sud della città.. Voglio vedere come e dove passa un’ambulanza quando c’è fila, dalla pista ciclabile??

  18. # ugo

    hanno ridotto un delle piu belle vie di Livorno ad una strada dove non si circola più…e poi magari parlano di inquinamento e poi magari dicono che lo fanno per miglioraarci la vita……. ma per favore

  19. # Sandro

    Come è possibile pensare che un ambientalista(M5s) riduce le corsie da due a una ed è ovvio così, che l’inquinamento nella zona raggiunge livelli insopportabili,code infinite di auto,per far passar una bicicletta,senza che la giunta se ne preoccupi alquanto.Che dicono i turisti quando passano in quell’area e che dicono i livornesi?E’ impensabile che si possa far così tanto con i soldi nostri..e tutti zitti….

  20. # un lettore

    Sul sito della Fiab ( Federazione italiana amici bicicletta) ci sono diversi esempi di costruzione delle piste ciclabili nel modo migliore ed a costo minore ! Evidentemente la cosa non interessa ai nostri tecnici comunali, indipendentemente dal colore politico della Giunta, che continuano a rendere sempre più difficoltosa sia la circolazione automobilistica che quella ciclistica !

  21. # Aristide

    Bravi??? Ma vi rendete conto??? Una sola corsia??? Per macchine motorini e autobus!!!! Roba da matti!!! Bella mi Livorno da 10 anni indietro!!!!!!

    1. # scooterone

      e ora come faccio a sorpassare le macchine? devo sempre sta’ al di là della striscia continua?

  22. # Giacomo

    Chiedete che i soldi non vengano sprecati? Molto semplice, lasciate a casa la macchina e prendete la bicicletta.. ne guadagnerete in salute, fisica e mentale, nonche in denaro e tempo. Provare per credere

    1. # Mariangela Ferrarin

      Sì valido per la bella stagione …..vorrei vedere se tutti prenderanno la bicicletta al posto della macchina nei giorni di vento e le abbondanti piogge dell’autunno e inverno !!!! Sarebbe stato più intelligente pensare in maniera più pratica ad ambe le due situazioni….visto che di biciclette ne vedo così poche in giro !!!!
      Ma comunque così è stato progettato e così è stato fatto “Amen”.

      1. # Giacomo

        Cara mariangela basta sapersi organizzare.. con 15 euri da decathlon ti fai i pantaloni e la giacchetta impermeabile.. e non mi pare che a livorno tutti gli scooteristi si facciano problemi a cammimare sotto la pioggia. Basta volerlo

        1. # ....

          da piazza mazzini a collesalvetti e ritorno,mi ci porti te tutti i giorni,sulla canna?sai,c’è anche gente che prende l’auto perchè lavora un pelino fuorimano e con orari che precludono l’uso dei mezzi pubblici…

        2. # Elio

          E VOGLIO VEDE’ TE CON I NIPOTI PERCHE’ I GENITORI LAVORANO(CASA, LUCE, GAS, ECC) QUANDO LI DEVO PORTA’ A SCULO AL MATTINA MI DAI ‘NA MANO TE?…MA PER PIACERE…SI FA PRESTO QUANDO SIAMO GIOVANOTTI A DISCORRE….

        3. # mi fate ride

          De ora tutti gli 80-90enni che dovranno andare alle poste o a fare la spese ci dovranno andare in bici. Che sia una rovente giornata estiva o una burrascosa e gelida giornata invernale non importa. Ne guadagneranno in salute senza dubbio. Che discorsi scemi che fate, non ve ne rendete conto che siete fori come i terrazzi? Se la macchina non ve la potete permettere oppure siete incapaci di guidarla, pedalate e non rompete le scatole alle persone normali che in bici ci vanno quando il tempo e gli impegni lo permettono.

    2. # orso

      Caro Giacomo, se a te piace tanto pedalare sudato o con la tua mantellina non e’ che lo devi IMPORRE per forza a tutti …

      1. # gimondi felice

        idem te con la macchina…..

  23. # foca

    voglio precisare che ho fatto molti elogi al sindaco per quanto fatto per tutto il lungomare,che è diventato molto bello;ma l’avere ridotto da due corsie ad una
    la strada in questione è stato un errore gravissimo

  24. # Julia Fox

    Avete usato il bus la sera? Visto come è veloce il servizio? Semplice. Perché c’è poco traffico veicolare. Ergo se usiamo più bus anche di giorno….. meno stress meno file, nonostante le rotatorie non proprio azzeccate

  25. # Coppi

    Ora per favore chiudete Via Grande ed incentivateci ad andare con le biciclette elettriche! Dateci però un bel bonus, no 50 euro!!!

    1. # bartali

      La maggior parte delle biciclette elettriche che girano a Livorno dovrebbero essere sequestrate dai Vigili altro che bonus del Comune ! Sono tutte modificate per correre senza pedalare fino all’esaurimento della carica della batteria . Diventano motorini senza targa, senza assicurazione, senza immatricolazione e senza casco ! Ma noi siamo insofferenti alle regole e le autorità ci rappresentano perfettamente !

  26. # beppe

    Le rastrelliere ci vogliono, le rastrelliere, sennò ne trovi due. Ecco perché non si usa la bici come si vorrebbe!

  27. # Sandro

    comunque gente, dato che la pista ciclabile l’hanno fatta, dato che s’è pagata noi livornesi, e dato che da pure abbastanza noia, ALMENO USATELA!!!
    sul viale Carducci con quelle bicirettine sempre in mezzo di strada!

    1. # raimonda

      Veramente sono tutti soldi della Comunità Europea, anche quelli delle rotatorie altrimenti le facevano con il binocolo ! Il codice stradale prevede che i ciclisti non possono stare sulla strada se esiste la pista ciclabile

  28. # alinooooooooooooo

    ora a settembre quando comincia le scuole se ne fa’ mezza risata , Ripeto ma questa giunta non li ferma nessuno . Ragazzi quelli di prima capivano poco,
    ma questi sono peggio una cifra .Bo Speriamo beneeeeeeee

  29. # Domanda insidiosa

    DOMANDA: Non avete ancora fatto giudizi su un altro problema che verrà: dal Nautico verso la Piazza Mazzini, dove ci sono gli esercenti a tutte le ore del giorno, i corrieri montano sul marciapiede per scaricare le merce, dopo con il cordolo ben rialzato come faranno?

  30. # ODIO IL BORDO

    Ma se invece di restringere la carreggiata direzione Sud di Piazza Mazzini facevano passare questa indispensabile pista ciclabile all’interno di “Porta a Mare” e la ricollegavano al Viale Italia dopo l’uscita del parcheggio sotterraneo???
    MA……..NOOOO!!! Non sarebbero stati in grado di dimostrare che le auto nel 2016 in una città di mare, priva di smog, non vanno più usate!!!
    Tanto nessuno mai mi convincerà che sotto la maglia dei 5 stelle ci sono tutti gli ex delusi e trombati dai vecchi partiti; Rifondazione, Comunisti Italiani, Verdi ecologisti etc. etc. che professavano già anni fa che il male del mondo era il capitalismo e tutto ciò che ne consegue!!!
    Sono lì, solo perché il livornese medio, pur di non far riveder il Pd ha Palazzo Civico ha votato pseudo oppositori camuffati da 5 stelle, come per esempio le compagne, di ex segretari di partiti.
    Poi fanno i moralisti, falsi moralisti, che non fanno niente per paura di insudiciarsi……dico sempre che Livorno è come un gabinetto che per sessantenni non è mai stato pulito. Ora devi pulirlo e magari, dopo tutto questo lungo periodo di trasando, un minimo mentre pulisci magari ti sporchi!! Per forza è umano……. E loro? Per ideologia quasi integralista, per paura di insudiciarsi che fanno???? CHIUDONO LA PORTA DEL BAGNO e si spostano più in la!! Il problema viene trasferito a chi gli seguirà tra due anni…….. si rimetteranno all’opposizione cosa che gli riesce benissimo, mica devi assumerti e responsabilità e governare……. e così verranno ricordati per aver trascorso il tempo in maniera intonsa!!!

    1. # orso

      Hai centrato il problema.
      Queste misure sono CONTRO il traffico ,e basta.Loro devono COSTRINGERE la gente alla loro visione del mondo,l’unica accettabile.Tra due anni si vota

  31. # pepe

    ma chi è quel genio che ha ridotto la strada da due corsie a una sola per far passare due bici a cosa serve ? voglio vedere quando arriverà un ambulanza che deve passare per salvare una vita ma uno in macchina dove si metterà ? domandate a quelli che guidano l’ambulanza cosa ne pensano ? io sono mesi che che non passo più di lì perchè secondo l’orario occorrono 20 minuti per fare 100 metri ma dove li trovano gli assessori al traffico , siamo l’unica città al mondo che si fà le piste ciclabili in via roma a senso unico , siamo ridioli e poi la pista ciclabile per cosa fare 100 metri e via ritorni in strada poi al cantiere altri 100 metri e poi in strada ,

  32. # PIRATA

    Ottimo lavoro pero createla pure per il centro Levante prima che succeda qualcosa…..

  33. # Nicola

    Purtroppo abbiamo una giunta anacronistica e paradossale. Come si può soltanto concepire di imbottigliare il traffico per favorire 4 gatti che vanno in bicicletta a zig zag. Le piste ciclabili devono avere misure specifiche e caratteristiche che queste non hanno e quindi decade anche l’obbligatorietà di usarle se presenti e mi sono fatto una cultura su questi punti. Rubare poi spazio prezioso al traffico in prossimità di due rotatorie concepite male è il top. Voglio vedere cosa succede se accade qualcosa di grave in porto o nella zona suddetta per vedere la catastrofe che verrebbe fuori col traffico collassato e i mezzi di soccorso che non possono arrivare ma non occorrere essere del genio civile per arrivarci. Tornando alla pista mi vien da ridere che qualche centinaia di metri più avanti la pista si convoglia fondendo i ciclisti sulla passeggiata a mare e questo dal cantiere ai Pancaldi.
    Vorrei fare anche un ultima osservazione;la gente prende sempre esempio dall’Olanda come modello di tutto quel che dovrebbe essere cosa buona,quando in realtà l’olanda ha fatto il più grande scempio ecologico del pianeta sottraendo la terra al mare per poter esistere,quindi è ovvio che è tutto perfettamente pianeggiante,spazioso e concepito in tempi moderni. Uno stato con importanti realtà storiche non può certo deturpare le proprie città per adattarvici ciò che non si sposa col nostro territorio.Facciamo qualche passo indietro,ammettimo di aver sbagliato quasi tutto,demoliamo rotatorie che sono state anche causa di morti annunciate e pensiamo a quello che realmente occorre nella nostra realtà e non in quella nordica.

  34. # Cocca

    Ve ne accorgerete con la rotatoria in via San Giovanni…

  35. # orso

    E siamo tornati alla viabilita’ anni 50.
    In che mani siamo…
    E tutto per fare una pista ciclabile che nemmeno a Pechino,oltre a dei marciapiedi inutilmente larghissimi.

  36. # Marino

    Bella pista, molto utile. Chi non è d’accordo può continuare ad andare in bici per strada e alle prossime elezioni votare coloro i quali li assicurano casa popolare e posto di lavoro in porto, nonché marciapiedi in catrame.

    1. # orso

      Vai tranquillo,prima di votare voi voto anche chi i marciapiedi li fa di mallegato…
      E vedrai non saro’ l’unico…alle prossime eleziini vi chiamate per nome .

  37. # Aldo

    Io se ero loro lo facevo più largo il cordolo, così c’era anche più ingorghi di macchine. E’ roba da matti, fra via Roma e quella che fanno sugli scali non so quale è la peggio. Sugli scali il traffico scorreva benissimo, con le rotatorie e le piste ciclabili è diventato un inferno a tutte le ore del giorno.

    1. # Ilenia

      Infatti la macchina non la devi usare, prova i mezzi pubblici e la bicicletta, se ci fai caso una macchina porta quasi sempre una persona sola… quanto inquinamento per niente

      1. # Roberto1

        Secondo me Ilenia non hai capito che possono esserci persone che vivono in zona Mazzini e lavorano fuori ..oppure genitori che devono accompagnare i figli (sulla canna??) Al Nautico, però continua pure con i tuoi soliti discorsi..

      2. # Claudio C.

        Io ho 55 anni, abito a Stagno e lavoro a Livorno. In bici vacci te vai.

  38. # ElMoroSchietto

    Non vado in bici perché stracico i piedi quando camino figuriamoci se dovessi pedalare ma questa iniziativa la trovo di buon senso e utile per tanti quindi una cosa fatta per la comunità è sempre da elogiare. L’unico appunto che vorrei suggerire è che andrebbero segnalate in maniera migliore, soprattutto per la sera, perché i cordoli….Comunque bravi del buon lavoro ( partiti a parte che creano….)

  39. # Perplesso sempre di più !!

    Forse non avete capito che le piste ciclabili SERVONO a SNELLIRE il traffico automobilistico e non ad ingolfarlo. Casomai chiedetevi come mai ci sono voluti mesi e mesi per realizzarla insieme alle rotatorie !!

  40. # Nerd

    Ci vuole coraggio a promuovere lo spostamento in bicicletta con questi caldi. È un buon metodo per favorire la deportazione mondiale come sostengono i complottisti. Immagino poi che rimanendo in tema delle politiche vigenti il cittadino prima lo si manda a far spesa in bicicletta e poi viene multato con sequestro del mezzo come prevede la legge se si attaccano le buste al manubrio.

  41. # L'altra città

    Una cosa fatta con scarsa intelligenza sia tecnica che sociale, si restringe una carreggiata dove confluendo il traffico dal ponte di S.Trinità Via San Giovanni e via Grande per poi non dire quello proveniente dal porto è spesso caotico, ora poi è divenuto una cosa impossibile. a un certo punto la ciclabile sale sul marciapiede, infischiandosene dei pedoni e dei loro bambini permettendo così alle veloci biciclette elettriche di sfiorare chi ha il passeggino. Poi è visibile ciò che non sarà più possibile affacciarsi sul parapetto in quanto la traccia delle mefistofelica area riservata alla bici passa sotto il parapetto non lasciando spazio per chi vuol affacciarsi. Vi sembra una cosa intelligente ? Riflettete gente, riflettete.

  42. # fabrizio

    Da Via San Giovanni a Porta a mare tutti in fila, tempi di percorrenza assurdi adesso, figuriamoci con la prossima rotatoria. Il risultato ad oggi è be visibile a tutti. Traffico bloccato, aumento dell’inquinamento, bus che non possono mantenere le frequenze di passaggio, seri rischi in caso di incidente stante l’impossibilità di transito dei mezzi di soccorso Mettiamo una centralina per verifica della qualità dell’aria che respirano i nostri bambini in piazza mazzini , e poi prima di fare certe scelte non sarebbe il caso di interpellare i cittadini con una consultazione visto che andiamo ad incidere sulla loro qualità di vita. A breve sarà più veloce andare al mare a Tirrenia specialmente per chi si muove dalle zone nord della città.

  43. # adriano

    se non erro han fatto le ciclabile per avere dei contributo europei, però togliere una corsia alle auto creerà dei mega ingorghi per fare una ciclabile dove passeranno 10 bici al giorno , progetto della precedente giunta quel che mi meraviglia sia stato applicato dall’attuale dirigenza, assurdo

  44. # floyd

    Se veramente la strada diventerà a una sola corsia peggiorerà nettamente la scorrevolezza, che è la cosa più importante.

  45. # Ilenia

    Il problema é che il livornese medio non é mai uscito da livorno, al massimo é andato in piazza dei miracoli o alle spiagge bianche, quindi non sa che nel resto d’Europa le piste ciclabili ci sono in tutte le città e hanno la precedenza su quelle delle auto…

    1. # orso

      Te che ti dai tante arie di grande “viaggiatrice”snobbando il livornese “medio”(…),dovresti sappere chi era Karen Blixen.
      Io ho vissuto nel suo paese,il paese con piu’ biciclette insieme all’Olanda,e ti dico che in NESSUNA citta’ danese si compiono follie come il restringimento di carreggiate per creare piste ciclabili.La viabilita’ delle auto e’ ovunque scorrevole,con piu’ carreggiate.Ho poi viaggiato DAVVERO ,e cose del genere possono accadere solo dove il furore ideologico impedisce l’uso della ragione.In NESSUNA citta’ europea si sacrificherebbe la viabilita’ di una direttrice importante ,si cercherebbero soluzioni alternative.Semplicemente.

  46. # giuliano

    bella pista, ma in via Ugo Foscolo che ci sono delle buche che sembrano crateri quando verrà riasfaltata.

  47. # Picaciu'

    È buttata di fuori per noi residenti è gia un inferno di traffico e smog, venite voi ad abitare sugli scali e in piazza del nautico traffico quintuplicato piano del traffico fallimentare, assessore a casa la pista e’ necessaria ma deve passare da un altra parte

  48. # Marcu

    la pista ciclabile sarebbe utile, se questa venisse utilizzata da chi va in bicicletta, ma a Livorno, la utilizzano, pedoni e podisti e quelli che vanno in bici da città, mentre gli sportivi, quelli che hanno le bici che costano un occhio della testa, manco vi entreranno, perchè a non torto, utilizzate dai sopradetti personaggi, è se si deve rischiare di cadere e fare danni alla cara bicicletta, allora è preferibile andare sulla carreggiata.

  49. # Alessandro citi

    Sarebbe utile a tutti a chi percorre le strade in auto , facendo defluire le bici nella pista ciclabile . Ma tutto ciò non avverrà perché i ciclisti continueranno ad percorrere la strada ordinaria , gli scuteristi indisciplinati andranno ad invadere la corsia opposta si formeranno file per la mancanza della carreggiata soppressa e infine rischio incidenti in aumento ! Non penso sia stata una ottima scelta da parte di questa giunta regolare il piano del traffico dalla Venezia al cantiere in tale modo ! Con carreggiate soppresse rotonde e un aumento del traffico a dismisura e inquinamenti aucustico e smog !

  50. # bob

    Marcu ma te hai dei bambini, li hai mai portati a spasso (non in strada ,ma sul marciapiede) cosa si deva fare legarli come dovrebbero essere legati i cani:Sul marciapiede le piste ciclabili sono IMPROPONIBILI

  51. # teseo

    E’ una vergogna, tanti soldi sprecati per le rotonde, e poi colli di bottiglia e imbuti che provocano code a non finire, e tutto per far posto a quattro gatti di ciclisti che continueranno a invadere i marciapiedi riservati ai pedoni e a zigzagare fra le auto. Nogarin, vai a casa !

  52. # Terrighilliam

    Il progetto Salva Odeon.
    Intendo il parcheggio, non il cinema.
    Io sono a favore di bici e bus. Sono per posare le chiavi della macchina e riprenderle x andare in autostrada. Ma se metti il bus in una corsia unica non riservata, io non ci andrò mai.

    1. # orso

      Hai perfettamente ragione,il bus e’ imbottigliato anche quello…non e’ che vola sopra le biciclette (meno male,mica e’ colpa dei ciclisti se ci sono progetti fatti male).
      Aggiungo anche che sul viale Italia passa un bus ogni tre minuti,e intanto tagliano le linee che loro definiscono “non redditizie”.Vogliono la botte piena e la moglie briaa

  53. # Sub. Com.te Marcos

    aspettiamo che qualcuno caschi su quel bel cordolo e muoia come quelli che sono caduti nelle rotatorie di viale nazario sauro e poi vedrai

  54. # Giuly

    Siccome vi era ancora una zona della città dove il flusso della autovetture scorreva regolarmente senza incidenti ed inutili perdite di tempo,si è pensato bene di creare il caos.

  55. # Fabio

    Livorno si sviluppa longitudinalmente, pensare che tutti vadino in bici è da lesionati. Da un quartiere ad un altro ci possono essere anche 15/20 km. Se sto a pian di rota o a stagno vengo in macchina.
    Punto e a capo.

  56. # emme

    Mi sembra che a Livorno si voglia percorrere, sbagliando, le strade già seguite da altri amministratori, magari inserite in altre realta’.
    Spazi e contesti diversi, necessita’ pure. Come gia’ segnalato da altri lettori, la bicicletta non puo’ essere considerato un mezzo prioritario per il trasporto, ed il sacrificio fatto, per costruire piste ciclabili dovrebbe essere ben ponderato. Quanti usano la bicicletta a Livorno e quanti la useranno dopo la presenza delle piste? Non ci sara’ certo un aumento degli utilizzatori, per svariati motivi tra cui la possibilita’ , alta , che il mezzo tu non lo trovi piu’ dove lo hai parcheggiato. Quindi….

  57. # mind

    …voglio ride quando pioverà con le caditoie stradali lasciate tra il marciapiede originale e il cordolo di contenimento della pista ciclabile……

  58. # Marco

    Mussolini negli anni ’30 volle la FIAT Topolino, l’auto di massa alla portata di molti che doveva motorizzare gli italiani. Hitler nel 1934 in un suo discorso affermò che l’auto non doveva essere un privilegio per pochi ma un bene comune, finanziò così lo sviluppo del Maggiolino Volkswagen. Oggi siamo talmente cialtroni, sciatti, delinquenti, ignoranti e stupidi che si vorrebbe costringere gli anziani a fare le commissioni in bicicletta.

    1. # Marco

      Cara redazione, avete tagliato l’ultima frase del mio commento cambiando, di non poco, il messaggio trasmesso. Così sembra un incitamento al nazifascismo. mha…….

    2. # teseo

      Si, Marco, sono verità storiche, del resto anche negli USA e in Francia gli anni 30 videro grande sviluppo dell’industria automobilistica. C’era un progetto. Oggi quale progetto c’è? si fanno auto sempre più larghe e lunghe per centri storici che non ne possono più, si penalizzano le strade per favorire le poche biciclette, si fanno scelte demagogiche e moraliste senza confrontarsi con i problemi reali. Le biciclette non risolvono il problema mobilità. Anzi, lo complicano.

  59. # Marco

    Ora d’inverno quando gli amanti delle piste ciclabili andranno in auto perche’ viene l’acqua a sassate e s’arrocchetta di freddo voglio vede’ quanti moccoli con una corsia che sembra un sentiero.!!!