Cerca nel quotidiano:


Aiuti per l’alluvione: la visita del Lions Club Schwabach al Porto Mediceo

A conferma del vincolo di amicizia che si è creato con la nostra città, il club tedesco ha donato altri 2800 euro oltre ai 5000 che aveva già mandato

Giovedì 28 Marzo 2019 — 16:40

Mediagallery

Sono stati due giorni carichi di emozione quelli che i Lions del club tedesco di Schwabach hanno trascorso a Livorno insieme agli amici  del Porto Mediceo.
Motivo della visita il gemellaggio fra i due club ma soprattutto la voglia dei Lions tedeschi di vedere la città che hanno aiutato nel post alluvione. Capitanati da Enzo Olmorisi, un livornese trapiantato nella cittadina vicino a Norimberga, hanno visitato il Santuario e poi la Misericordia di Montenero. Guidati dal presidente del Mediceo Gaetano D’Alesio e dalla governatrice della Misericordia Elena Del Corso hanno toccato con mano quello che è stato fatto anche grazie alla loro generosità . A conferma del vincolo di amicizia che si è creato con la nostra città, il club tedesco ha donato altri 2800 euro oltre ai 5000 che aveva già mandato.
Grande impressione ha suscitato la visione delle immagini dei tragici giorni del settembre 2017 e ammirazione il lavoro dei volontari (“bimbi motosi” in testa) che senza risparmiarsi hanno permesso alla città di cominciare  a risollevarsi. In serata, al ristorante Granduca,  si è svolta la cerimonia ufficiale del gemellaggio, mentre il giorno dopo è arrivato un altro gesto di vicinanza concreta. Al termine della visita in Accademia i Lions tedeschi – su segnalazione della vicesindaco Stella Sorgente – hanno consegnato un assegno a una famiglia, colpita dall’alluvione, con un figlio portatore di una grave disabilità. E’ seguita la visita alla cantina Michele Satta di Bolgheri e per finire la cena di saluto sul Ca’Moro.

Riproduzione riservata ©