Cerca nel quotidiano:


Alluvione, Reset dona un trattore per continuare a sperare. Il “grazie” di Federico

In programma molti altri aiuti anche ad altre piccole imprese del territorio. Giuseppe Pera, dell'Associazione Reset, spiega quali saranno i prossimi contributi

Lunedì 12 Marzo 2018 — 11:39

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Un’attività azzerata, devastata, sommersa dal fango e dai detriti. Un futuro di lacrime e pioggia. Era questo quanto si prospettava all’agricoltore Federico Rustici, 27 anni, all’indomani della tragica alluvione che ha colpito Livorno e la sua azienda agricola di via di Collinet nel quartiere di Collinaia.
A distanza di sei mesi arriva forte e concreto l’aiuto dell’Associazione Reset che, grazie alla raccolta fondi ottenuta con la vendita del calendario dei Bimbi Motosi e grazie alle tantissime donazioni di sponsor e privati, è riuscita a dare una mano ad alcune piccole-medie imprese del territorio e ad un paio di famiglie disagiate a seguito del nubifragio.
“Mercoledì scorso è arrivato questo trattore che è stato pagato per più della metà dall’Associazione Reset – spiega Federico Rustici al telefono con Quilivorno.it – Sabato lo abbiamo inaugurato con grande gioia. Per me è stata una manna dal cielo ed è un modo per poter ripartire, per poter continuare a sperare. Devo dire un grosso grazie a queste persone che hanno deciso di aiutarmi in questa maniera. Con l’alluvione avevo perso tutto: i macchinari e il terreno erano devastati. Ho perso il lavoro invernale ma adesso conto di rialzare la testa anche grazie a questa donazione”. “Questo è il primo aiuto concreto che arriva con la donazione del calendario Bimbi Motosi – spiega Giuseppe Pera dell’Associazione Reset a Quilivorno.it – Dobbiamo dire grazie a tutti coloro i quali non si sono fermati e hanno continuato a donare, acquistare il calendario e a darci una mano per venire incontro ai tanti livornesi che si sono trovati in difficoltà dopo quel drammatico weekend di settembre. Dopo Federico Rustici destineremo una parte di questi fondi anche per aiutare il Bar Sport a Montenero, in piazza delle Carrozze, al quale riusciremo a comprare una nuova macchina per il caffè. Daremo un importante contributo anche ad un commerciante che aveva perso il suo furgone con il quale si recava in giro per fare mercati e che, grazie al nostro aiuto economico, potrà riacquistare il suo mezzo di lavoro. La nostra mano tesa sarà poi indirizzata anche ai privati. Saranno infatti acquistati – continua Pera – tutti gli infissi per una giovane coppia che ha avuto la casa distrutta. Abbiamo dato poi un contributo al condominio di Salviano per riparare l’ascensore che impediva ad una giovane disabile di riprendere la sua mobilità ed uscire da casa. A breve arriveranno anche delle forniture di piante per Biricotti, altra azienda locale devastata dall’alluvione. La scelta su queste aziende e persone è ricaduta a seguito delle schede presentate in Comune e in Regione per i risarcimenti. Abbiamo valutato cosa e chi poteva ricevere il nostro aiuto, un aiuto che fosse determinante per ripartire e continuare a guardare al futuro con ottimismo”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Siriano

    Federico Rustici se hai bisogno in agricoltura contattami,saró lieto di aiutarti nel mio tempo libero.
    Io sono nato e cresciuto in una fattoria dove mio padre èra il fattore.
    Spero tanto che anche altre persone siano propense ad aiutarti,la terra ci dá tanto ma ci vuole tanta passione e volontá come la tua.
    Ciao Federico e se vuoi contattami.

  2. # piero

    grande reset e grande Pera

  3. # Stella

    Adoro le belle notizie! Avanti così, bravissimi!