Cerca nel quotidiano:


Avis, tre iniziative per il dono tra convegno, concorso e parkour. VIDEO

PrimaverAvis in campo con il convegno sulla donazione al liceo scientifico Enriques, il concorso fotografico "Scatta una foto per Avis" e il video "Heartbeat - Una goccia per la vita", realizzato da Dario Marzi con la partecipazione dello stuntman Michele Silvestri

Lunedì 18 Marzo 2019 — 17:31

di Ilaria Fantoni

Mediagallery

Per Avis la primavera fa sbocciare iniziative, precisamente tre: il Convegno sulla Donazione, mercoledì 20 marzo, al liceo scientifico Enriques, il concorso fotografico “Scatta una foto per Avis” e il video “Heartbeat – Una goccia per la vita“, realizzato da Dario Marzi con la partecipazione dello stuntman dello Zen Club-Ninja Cave di via Pera, Michele Silvestri.
Questi tre progetti hanno lo stesso obiettivo, quello di sensibilizzare alla donazione, specialmente i più giovani, in quanto rappresentano il futuro. “Sensibilizzare gli altri a donare è davvero importante – afferma Matteo Bagnoli, presidente Avis Livorno – Per quanto riguarda le statistiche, da inizio anno fino ad adesso, sono state effettuate 78 donazioni in meno rispetto all’anno 2018. Dobbiamo insistere maggiormente sulle donazioni di plasma”.

Il convegno sulla donazione, al liceo scientifico, vede protagonisti solamente i docenti delle scuole secondarie di secondo grado, in assenza degli studenti. I professori saranno capaci di entrare nel vivo dei tecnicismi della donazione, in quanto verranno illustrate le modalità per donare e, ovviamente, verrà sottolineata la sua importanza. Solo in un secondo momento, i docenti sapranno sensibilizzare maggiormente i proprio allievi a questa delicata tematica.
A questo incontro saranno presenti: Matteo Bagnoli e il personale medico dell’UOC Trasfusionale di Livorno, con la partecipazione del dottor Piero Palla (direttore di Area Trasfusionale dell’azienda Usl Nord Ovest e direttore dell’UOC Trasfusionale Livorno).
Strettamente legato al convegno è il concorso fotografico, sempre rivolto agli studenti dei vari istituti secondari di secondo grado. Il comune di Livorno e Avis sono i protagonisti del progetto “La scommessa del dono: nuovo paradigma educativo e sociale“, finanziato dalla Regione Toscana. All’interno di questo progetto vi è il concorso “Scatta una foto per Avis“, con la novità che quest’anno saranno coinvolti, grazie alla collaborazione con la Cooperativa Sociale Progetto A, anche i ragazzi diversamente abili. Coloro che parteciperanno dovranno scattare delle fotografie inerenti al mondo della donazione e consegnarle entro il 31 maggio 2019 alla sede Avis Comunale Livorno (viale Carducci 16). Venerdì 7 giugno sarà premiata, con una borsa di studio del valore di 300 euro, la persona che, secondo la giuria, ha scattato la miglior foto, quella che rappresenta più delle altre il tema della sensibilizzazione alla donazione. Inoltre, la foto vincitrice sarà utilizzata anche nella campagna Avis. Venerdì 14 giugno, invece, in occasione della Festa del Donatore, si terrà la premiazione pubblica.

Il terzo progetto, volto a coinvolgere nella donazione, riguarda il video “Heartbeat – Una goccia per la vita” (clicca qui per vedere il video integrale). Si tratta di un video in cui lo stuntman, Michele Silvestri, si dimentica di un appuntamento molto importante, di andare a donare. Così, attraversando i vari luoghi della città di Livorno, facendo parkour, riesce ad arrivare alla sede di Avis. Il video è stato realizzato da Dario Marzi, in collaborazione con Ctt Nord Livorno, i Bagni Lido e la palestra Zen Club. 
“Questo progetto è nato perché ho il desiderio di iniziare a donare, quindi l’idea era quella di poter cominciare un’esperienza che potesse sensibilizzare me e gli altri, attraverso il video – racconta Silvestri alla conferenza di presentazione di lunedì 18 marzo – Ctt Nord, Bagni Lido e Zen Club ci hanno donato un grande supporto e inoltre c’è stata massima disponibilità da parte di tutti”.
Bruno Bastogi, responsabile della Gestione Rete di Trasporto di Livorno, Riccardo Ganni, titolare dello stabilimento Bagni Lido e Maurizio Silvestri, fondatore della palestra Zen Club, hanno espresso il loro grande piacere di aver avuto la possibilità di partecipare a questa iniziativa. “Siamo orgogliosi di aver dato la nostra collaborazione per la realizzazione di questo progetto – afferma Bastogi – Sono doppiamente fiero, in quanto, come Ctt abbiamo dato un contributo alla socializzazione della donazione  e, invece, personalmente sono donatore. Ho raggiunto le 95 donazioni e il mio obiettivo è arrivare a 100”.
“Io, invece, non sono donatore – interviene Ganni – ma, l’essere stato chiamato a partecipare per questo progetto mi ha coinvolto. Voglio esprimere il mio grazie per aver scelto i Bagni Lido”.

Riproduzione riservata ©