Cerca nel quotidiano:


Come si usa un defibrillatore pubblico? Corso di formazione

Per rispondere alla domanda è in programma mercoledì 28 al Museo di Storia Naturale, dalle ore 16 alle 19, un corso di formazione gratuito rivolto a tutti i cittadini

Martedì 27 Marzo 2018 — 08:30

Mediagallery

I defibrillatori pubblici sono importanti strumenti salvavita che, sempre di più, si stanno diffondendo su tutto il territorio nazionale. In caso di emergenza, infatti, ogni cittadino con un’adeguata formazione di rianimazione cardiopolmonare può prestare soccorso utilizzando questo tipo di apparecchiature, e contribuire così a salvare delle vite.

Ma quali sono le modalità di utilizzo di un defibrillatore pubblico e le manovre da operare in caso di intervento d’emergenza? Per rispondere a queste e altre domande è in programma per mercoledì 28 marzo al Museo di Storia Naturale, dalle ore 16 alle 19, un corso di formazione rivolto a tutti i cittadini. L’iniziativa ha immediatamente riscosso una grande adesione (per ragioni logistiche il corso non potrà ospitare più di 40 persone), ragione che ha spinto gli organizzatori a programmare ulteriori appuntamenti per le prossime settimane, le cui date saranno presto comunicate. Il corso di mercoledì, completamente gratuito, sarà tenuto dal dottor Maurizio Cecchini, cardiologo di chiara esperienza impegnato da tempo sul territorio con la formazione al primo soccorso, ed è finalizzato, in particolare, all’utilizzo del defibrillatore pubblico che sarà installato nelle prossime settimane presso il Chioschino del parco di Villa Fabbricotti. Questo progetto, che vede la partecipazione del Comune di Livorno, è stato fortemente voluto dal gruppo di cittadini attivi del quartiere “Vivi Fabbricotti”, coordinato della dottoressa Laura Albertini, all’interno del quale è sorta l’esigenza di tutelare la salute di quanti frequentano il parco: studenti, atleti, anziani, genitori e bambini. Il dispositivo è stato donato da Giuseppe Chericoni in memoria del fratello.

“Avere un defibrillatore a portata di mano permette di non perdere tempo in situazioni di emergenza – commenta così l’iniziativa l’assessore Ina Dhimgjini – in caso di intervento è però necessario conoscere bene le modalità di utilizzo e quali manovre operare; i corsi in programma vogliono rispondere proprio a questa funzione, per questo è importante che possa partecipare un numero consistente di persone. Ringrazio i cittadini di Vivi Fabbricotti per questa splendida iniziativa: la salute è il bene comune per eccellenza”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Silvia

    Sembra ieri quando proposi l’idea a “Vivi Fabbricotti ” di installare un Dae in Villa Fabbricotti. È trascorso un anno all’incirca. Sarà ora il PRIMO PARCO CARDIOPROTETTO di Livorno. Speriamo sia un effetto a catena per gli altri parchi presenti in tutta la città. Grazie alla collaborazione del quartiere, del comune e un grazie in particolare a Giuseppe Chericoni . SILVIA NOCELLI

  2. # Paolo

    Sicuramente molti come me non sono potuti essere presenti oggi…Vi prego ripetete di nuovo questa iniziativa magari facendo sapere la cosa attraverso le righe di Quilivorno.it. Grazie…