Cerca nel quotidiano:


“Effetto link”. Al Centro civico Shangai percorsi di rigenerazione sociale e culturale

Negli spazi del Centro civico Shangai nuovi servizi offerti dalla pubblica amministrazione: spazi d’ascolto per le famiglie, accoglienza anziani, doposcuola, animazione, prevenzione del gioco d’azzardo e molto altro

Giovedì 17 Giugno 2021 — 08:23

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

La realizzazione è stata possibile grazie alla sinergia tra Arci Livorno, Casalp, Aps La solidarietà, Cooperativa San Benedetto ed Svs pubblica assistenza

“Effetto link“ è il nome dell’azione progettuale che, negli spazi del Centro civico Shangai, offrirà agli abitanti del quartiere Shangai orientamenti sui servizi e opportunità offerte dalla pubblica amministrazione, spazi d’ascolto per le famiglie, d’accoglienza anziani, servizi di doposcuola, educazione e servizi di mediazione territoriale, animazione, prevenzione del gioco d’azzardo e molto altro.
“Al tempo della campagna elettorale incontrai alcuni residenti del quartieri e promisi che, in caso di vittoria, ci sarebbe stata un’attenzione particolare alla zona – afferma il sindaco Luca Salvetti – I quartieri periferici rappresentano qualcosa di significativo, da curare. Ogni primo lunedì del mese visito il quartiere per vedere come procede questa rivoluzione di intervento. C’è un segnale che in quel quartiere è arrivato chiaro: il Centro civico Shangai, un luogo che era chiuso, abbandonato e che, grazie alla collaborazione di Casalp, siamo riusciti a riaprire. Adesso serviva gestirlo in modo più lungimirante, ecco il perché di questo progetto”.
L’iniziativa rientra nel progetto “Percorsi di rigenerazione sociale e culturale a Livorno”, approvato e finanziato da Regione Toscana con l’intento di realizzare attività che coinvolgano attivamente la cittadinanza.
“Questo quartiere un tempo era ricco di iniziative che sono poi andate a sparire – commenta l’assessore al sociale Andrea Raspanti – Grazie alla disponibilità di alcune realtà del terzo settore abbiamo l’opportunità di avviare di nuovo queste tipologie di servizi. Il tentativo è quello di riavvicinare le persone, ridurre il senso di disorientamento che vivono soprattutto in determinati quartieri e che comportano percorsi di emarginazione sociale. Le relazioni, gli incontri, l’ascolto hanno veramente un valore vitale, la pandemia ce lo ha insegnato bene. Questo è un seme che siamo sicuri germoglierà nel quartiere”.
La realizzazione è stata possibile grazie alla sinergia tra Arci Livorno, Casalp, Aps La solidarietà, Cooperativa San Benedetto ed Svs pubblica assistenza.

Ecco in dettaglio le attività che saranno realizzate dai soggetti che partecipano al progetto:

ARCI Livorno: sportello di Attivazione Sociale.

-offrire orientamento alle/agli abitanti del quartiere, in merito ai servizi cui rivolgersi per le esigenze -emergenti e in merito alle opportunità messe a disposizione dalle varie amministrazioni (es. misure di sostegno al reddito, bisogni sociosanitari etc.);

-Facilitare la comunicazione con le istituzioni territoriali;

-Supportare la costruzione di reti informali, favorendo l’incontro fra le persone in ottica solidale, affinché siano esse stesse la prima risorsa attivabile per un mutuo aiuto;

– fornire informazioni e diffondere le attività che si svolgono all’interno del quartiere.

Le attività di Arci Livorno all’interno del Centro Civico si collocano in continuità con il progetto Shangai Riding e con le prime attività svolte all’interno del progetto “Giovedì di Shangai”, entrambi pensati e realizzati in stretta collaborazione con Linc – Lavorare Insieme Nella Comunità, un’organizzazione esperta nella ricerca e nella progettazione sociale che ha al suo interno numerosi esperti specializzati nella costruzione di comunità, che continuerà a collaborare con Arci nella programmazione e nella realizzazione delle attività nel quartiere.

SVS Pubblica Assistenza: attivazione di spazi pomeridiani di accoglienza per gli anziani: L’Atelier/Spazio anziani è dedicato alla socializzazione e all’inclusione delle persone anziane. Questo tipo di intervento si svolge in fascia pomeridiana, con sessioni di massimo 2,5 ore affidate ad operatori e operatrici OSA, Educatori e Terapisti occupazionali.

Attivazione di spazi di ascolto per supportare le responsabilità di cura in famiglia: presso il centro viene realizzato anche uno spazio di ascolto aperto, informale, chiamato “Un caffè con Giulia”, realizzato dalla psicologa dott.ssa Giulia Liperini. Prevede sia momenti di ascolto individuale che attività di supporto in piccoli gruppi. L’intervento è articolato su due aree di destinatari:

-i care giver familiari di anziani non autosufficienti, ai quali è riservato un ciclo di incontri (14 ore)

-i genitori di ragazzi in età scolare, per i quali è previsto un percorso dedicato di ascolto (14 ore).

Servizio di doposcuola “Nati per comunicare”: Il doposcuola sarà animato da due insegnanti volontari/e ed è rivolto in particolare agli studenti delle scuole elementari e medie e in base alle richieste pervenute anche agli studenti delle scuole di livello superiore. In collegamento con il servizio di doposcuola potranno essere realizzate attività educative, ludico-ricreative e di socializzazione sempre nel rispetto delle misure di prevenzione e contenimento dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Aps “La solidarietà”: attività di animazione nel quartiere: l’Aps “La solidarietà” propone una serie di iniziative di animazione sociale che prevedono l’organizzazione di serate all’aperto, in prossimità del Centro civico/ex Commissariato sede del progetto, con concerti tenuti da gruppi musicali locali e serate di intrattenimento con artisti/cabarettisti locali. Le iniziative di animazione sociale sono finalizzate a coinvolgere tutti i residenti, inclusa la popolazione anziana, incentivando quindi la socializzazione e inclusione alla vita del quartiere favorendo la partecipazione dei cittadini e promuovendo condizioni sociali di maggiore sicurezza e di vivibilità all’interno dello stesso quartiere.

Coop. San Benedetto: la Coop.va San Benedetto coordina attività rivolte alla informazione e prevenzione dai rischi della dipendenza da gioco d’azzardo. Come soggetto capofila di un progetto Regionale del Piano di Contrasto all’azzardo, in collaborazione con il Ceis di Livorno e con l’Associazione Sestante, promuoverà l’informazione e la sensibilizzazione sulla tematica, con iniziative mirate alle varie fasce di età.

Le attività di sportello prevedono:

– ascolto ed orientamento ai servizi territoriali

– diffusione del materiale di prevenzione elaborato in accordo con la Regione

– accompagnamento ai servizi di trattamento e cura della Asl locale e della rete territoriale livornese

– possibilità di prima consulenza psicologica, legale ed economica

In linea con la strategia operativa del Piano Regionale, il servizio di sportello avrà come obiettivo l’integrazione con altre iniziative di sensibilizzazione e prevenzione presenti sul territorio, favorendo la costituzione di reti di intervento con soggetti istituzionali e non.

CASALP
Ascolto degli utenti sul posto una volta a settimana (attività già avviata ma interrotta a causa della pandemia);

-eventi legati all’accompagnamento all’abitare;

-organizzazione di momenti periodici di incontro con gruppi di nuovi assegnatari per favorire la responsabilità nella conduzione dell’alloggio, il rispetto delle regole e la pacifica convivenza, già nel momento dell’ingresso dell’utente nel mondo dell’E.R.P.;

-iniziative di mediazione sociale, anche in aderenza agli orientamenti indicati dalla Regione nella LRT 2/2019. Si auspica il coinvolgimento delle associazioni e degli enti operanti sul territorio nonché il supporto di gruppi spontanei di utenti, per fronteggiare situazioni di conflittualità condominiali già note e prevenire quelle emergenti.

Il calendario del Centro
Le attività all’interno del Centro Civico inizieranno da lunedì 21 giugno e seguiranno, indicativamente, il seguente calendario:

Lunedì

Mattina: ore 9-12 Centro ricreativo anziani (SVS); 9-11 Doposcuola (SVS).

Pomeriggio: 14.30-16.30 Sportello di attivazione sociale (Arci Livorno) ;

Lo sportello con la psicologa dell’SVS sarà presente i giorni 21 giugno, 26 luglio, 31 agosto, in orario 17-19. Le attività dello sportello andranno ad aumentare a partire dal mese di settembre.

Martedì 9.30-12.30 Sportello Cooperativa San Benedetto

Mercoledì

Mattina: 9-10 Doposcuola (SVS); 11-13 Sportello attivazione sociale (Arci Livorno).

Pomeriggio: 15-18 Sportello Cooperativa San Benedetto

Giovedì: nessuna attività al momento prevista

Venerdì

Mattina: 9-12 Centro ricreativo anziani (SVS); 9-10 Doposcuola(SVS).

Sera: serate di intrattenimento a cura di APS La Solidarietà

Riproduzione riservata ©