Cerca nel quotidiano:


Giornata del malato, il vescovo: “Grazie a chi lavora in questo ospedale”

La giornata mondiale del malato è una ricorrenza della Chiesa cattolica romana istituita il 13 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II e celebrata l’11 febbraio in occasione della memoria liturgica della Madonna di Lourdes

Martedì 11 Febbraio 2020 — 19:09

Mediagallery

Il tema di riflessione scelto quest’anno da Papa Francesco è stato “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro"

“La fede può essere la luce che illumina il percorso di guarigione che tutti noi siamo chiamati ad affrontare, sia essa una guarigione dello spirito o una più fisica”.
Con queste parole il vescovo di Livorno Simone Giusti ha ricordato l’importanza della fede in occasione della messa presieduta nella chiesa San Giuseppe dell’ospedale per la giornata mondiale del malato e degli operatori sanitari.
“Colgo questa occasione anche per ringraziare i tanti operatori sanitari impegnati in questo ospedale – ha continuato – che ogni giorno si impegnano per far guarire le persone e rendere meno pesanti le condizioni sopportate dai malati e dalle loro famiglie. Un cuore in pace con se stesso e con Dio diventa una condizione fondamentale per affrontare ogni difficoltà”.
La giornata mondiale del malato è una ricorrenza della Chiesa cattolica romana istituita il 13 maggio 1992 da Ppapa Giovanni Paolo II e celebrata l’11 febbraio in occasione della memoria liturgica della Madonna di Lourdes. Il tema di riflessione scelto quest’anno da Papa Francesco è stato “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro”.

Riproduzione riservata ©