Cerca nel quotidiano:


I detenuti donano la spesa al Banco Alimentare Onlus

Con questo esemplare gesto i detenuti della casa Circondariale di Livorno hanno dunque fatto proprie le parole di Papa Francesco che “Da una crisi si esce o migliori o peggiori, dobbiamo scegliere. E la solidarietà è una strada per uscire dalla crisi migliori”

Martedì 8 Dicembre 2020 — 17:23

Mediagallery

Grazie alla collaborazione della direzione della Casa Circondariale di Livorno ed in particolare l’Area Trattamentale, degli educatori e del Garante delle persone private delle libertà personali di Livorno, Marco Solimano, i detenuti della Casa Circondariale di Livorno, con entusiasmo e generosità hanno raccolto, donato e consegnato ad i referenti volontari di Livorno del Banco Alimentare Onlus, un cospicuo quantitativo di prodotti alimentari raccolti nel corso la 22esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, conclusasi il giorno l’8 dicembre.
Il gesto realizzato dai detenuti, a prescindere dal mero calcolo del quantitativo, rappresenta un importante gesto di solidarietà, in considerazione delle difficoltà nelle quali queste persone si trovano a vivere, in relazione alla loro condizione di privazione della libertà personale, aggravata anche dal particolare momento storico.

Queste persone hanno però saputo  lo stesso guardarsi indietro volgendo lo sguardo a chi, forse, si potrebbe trovare in una condizione ancora più difficile della loro e non hanno voluto far mancare la loro solidarietà.

Con questo esemplare gesto i detenuti della casa Circondariale di Livorno hanno dunque fatto proprie le parole di Papa Francesco che “Da una crisi si esce o migliori o peggiori, dobbiamo scegliere. E la solidarietà è una strada per uscire dalla crisi migliori” (Papa Francesco – Udienza del 2/9/2020).

Riproduzione riservata ©