Cerca nel quotidiano:


La Caritas dona 500 borracce “CustidiAmo il Creato”

La Caritas con questo dono promuove la tutela della salute del pianeta cominciando da chi quotidianamente usufruisce dei suoi servizi

Mercoledì 24 Giugno 2020 — 09:02

Mediagallery

Papa Francesco ha richiamato più volte, i cristiani e non, ad adottare un paradigma unico One Word, One Health, una nuova solidarietà, di cui l’acqua, come bene comune e diritto umano universale, ne è simbolo

Cinquecento borracce con la scritta “CustodiAmo il Creato” sono il dono che la Caritas di Livorno distribuirà ai suoi ospiti mercoledì 24 e giovedì 25 giugno, un segno che si inserisce nell’anno speciale dedicato da Papa Francesco all’enciclica “Laudato Sì”.
In questo momento storico particolare, di fronte al tema della pandemia che ci ha colto tutti impreparati, la Caritas si impegna più che mai nell’individuare strade concrete  per attuare nuovi stili di vita,  per uno sviluppo sostenibile integrale che  coinvolge ognuno di noi in un sistema interconnesso, “non ci sarà una relazione con la natura senza un essere umano nuovo” afferma Papa Francesco.
Il progetto è stato finanziato con fondi Pon per l’inclusione (Programma Operativo Nazionale) e Po I Fead, in collaborazione con numerosi enti, la finalità è quella di promuovere la sensibilizzazione a una tematica che tocca ciascuno di noi, l’accesso gratuito all’acqua potabile e la riduzione del consumo della plastica.
In Italia ogni anno si consumano 8 miliardi di bottiglie da 1,5 litri di acqua minerale che producono 280 mila tonnellate di rifiuti in plastica. Ridurre il consumo di acqua in bottiglia a favore dell’acqua dell’acquedotto ha quindi un forte impatto in termini di spreco economico e danni ambientali.
Papa Francesco ha richiamato più volte, i cristiani e non, ad adottare un paradigma unico One Word, One Health, una nuova solidarietà, di cui l’acqua, come bene comune e diritto umano universale, ne è simbolo. La Caritas con questo dono promuove la tutela della salute del pianeta cominciando da chi quotidianamente usufruisce dei suoi servizi.

Riproduzione riservata ©