Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Laboratori gratuiti per persone con disabilità, ridotta autonomia e care givers

Giovedì 9 Giugno 2022 — 23:41

Iscrizione entro il 30 giugno 2022. Inviare una mail a [email protected] oppure un whatsapp al 3283562380 con nome-cognome e dati fiscali

Sono previsti 12 incontri di 3 ore ognuno gratuiti. Il laboratorio mira alla ricerca di un rapporto unico e personale con il movimento, tempo e spazio, tramite pratiche di improvvisazione e di esplorazione sensoriale, alternati ad esercizi di natura più strutturale. La lezione include pratiche derivate da differenti tecniche contemporanee e discipline olistiche (yoga, Feldenkrais e bioenergetica), atte a condividere e trasmettere strumenti per un orientamento funzionale all’interno di una danza, intuitiva e personale.

Il laboratorio sarà tenuto da: Davide Valrosso, coreografo, danz’autore, performer, artista e formatore, direttore artistico e fondatore di Nina APS e coordinatore del progetto ‘INCUBATORE per futuri coreografi” entrambi sostenuti dal MIBACT. Per due anni è stato sia Artista associato del Festival Oriente Occidente che coreografo Residente del Balletto di Roma.

Di particolare rilevanza la sua collaborazione con Virgilio Sieni sia come danzatore, performer ma anche come formatore all’interno dell’Accademia sull’Arte del Gesto di Firenze. Sua assistente sarà Claudia Caldarano.

A CHI È RIVOLTO
È rivolto a disabili e caregivers

QUANDO
-15,16,17 giugno H 17-20, Centro Sociale Primetta Marrucci Borgo (via degli Asili 47-Livorno)

-22,23,24 luglio H 17-20, Centro Sociale Primetta Marrucci Borgo (via degli Asili 47-Livorno)

-29,30,31 luglio H 17-20, Centro Sociale Primetta Marrucci Borgo (via degli Asili 47-Livorno)

-5,6,7 agosto H 17-20, Canaviglia della Fortezza Vecchia

-8 agosto Performance H 21 Canaviglia della Fortezza Vecchia

COSTO: GRATUITO INFO E ISCRIZIONI:
Iscrizione entro il 30 giugno 2022. Inviare una mail a [email protected] oppure un whatsapp al 3283562380 con NOME-COGNOME e DATI FISCALI

IL PROGETTO – Il progetto contiene la proposta di realizzazione di una serie di iniziative di inclusione sociale. L’idea è rendere la città di Livorno, storicamente da sempre aperta all’accoglienza delle diversità, un polo nazionale di ricerca e sviluppo di progetti legati alle “disabilità”. Le differenze non sono considerate fragilità ma un potenziale comunicativo, espressivo e di valore sociale per l’intera comunità.

NINA nasce come organismo di produzione riconosciuto dal Ministero della Cultura. Produce spettacoli e sostiene progetti di artisti emergenti, promuovendo la danza come valore di inclusione ed emancipazione sociale e riconoscendo nel corpo un importante strumento esperienziale.

La danza è capace di essere espressione intima del nostro essere, strumento di comunicazione, che ci permette di raggiungere gli altri aiutandoci a riconoscere ed accettare i nostri limiti, aiutandoci ad immaginare e percepire il corpo ideale in base non ad uno stereotipo ma alla individuale capacità di abitarlo. Il progetto nasce dalla volontà di voler creare un’azione coreografica che sia un vero e proprio atto di forza e di presenza, nella moltitudine di differenze che il bacino della disabilità contiene in sé.        mondo dell’arte a tutti, per la creazione di un metodo e degli strumenti necessari a tutti per diventare artisti professionisti, indipendentemente dalle diverse abilità.

PARTNERS – Fondazione Livorno, Mascagni Festival, Associazione Lamia, Centro Sociale Primetta Marcucci Borgo

Condividi:

Riproduzione riservata ©