Cerca nel quotidiano:


Misericordia Antignano, fine del commissariamento

Ora verranno istituite apposite commissioni di lavoro dove la fratellanza potrà esprimersi e confrontarsi per ipotizzare lo sviluppo di nuove attività

Venerdì 28 Ottobre 2016 — 08:11

Mediagallery

La Venerabile Confraternita della Misericordia di Antignano con la prima riunione operativa del neo insediato Magistrato, tenutasi nel pomeriggio del 27 ottobre, ha di fatto chiuso, oltre che formalmente, anche operativamente il periodo di commissariamento che si era aperto circa due anni fa a causa del mancato raggiungimento dei quorum minimi previsti statutariamente per la tenuta delle elezioni.
Il magistrato, previsto in sette membri, è composto dal Governatore Del Nista Fabio e da sei consiglieri: Del Vivo Stefano Vice presidente, Della Bella Enrico Amministratore Scardigli Daniele Provveditore, Papi Grazia Segretaria, Gabrielli Simone Mezzi logistici, Andolfi Giancarlo gestione fratellanza. Completano l’organo dirgente il Correttore Don Piotr Kownacki e il collaboratore amministratore Quercioli Enrico. Gli organi sociali si completano con Zuddas Gianfranco, Mauri Barbara, Rebuffi Ettore per i Sindaci revisori e con Lenzi Gianluca, Guida Antonio, Terreni Leonardo per il Collegio dei probiviri kownacki
Il Magistrato risulta così composto da soggetti con una lunghissima esperienza maturata nel mondo del volontariato: Del Nista è già stato governatore della Misericordia di Antignano, Della Bella già preposto di Livorno, ha fatto parte del consiglio di presidenza della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia e dove attualmente è membro del Consiglio dei Saggi, Del Vivo e Gabrielli rivestono da anni ruoli dirigenti nella Confraternita. Il Magistrato nel contesto della riunione ha unanimamente ringraziato il Delegato Confederale Emanuele Giovani storica figura del mondo del volontariato delle Misericordie Toscane il quale. pur con incarichi di responsabilità nell’ambito federale toscano. Ha retto la Confraternita nel biennio trascorso con grande impegno e creando un nuovo clima di rapporti personali, ha organizzato e consegnato l’Associazione in piena efficienza alla nuova dirigenza, la quale alla luce di un primo esame delle linee programmatiche generali del prossimo quadriennio si pone obiettivi di consolidamento della Confraternita con una gestione prudente mirata a sviluppare, oltre al trasporto sanitario che ha raggiunto livelli annuali di ben oltre 5ooo servizi, attività di carità, di aiuto e assistenza ai bisognosi che anche nella zona nella quale opera la Confraternita si fanno di giorno in giorno sempre più presenti. Il tutto in stretta collaborazione con la parrocchia di S.Lucia la quale costituisce il riferimento ispiratore dei principi fondanti il movimento delle Misericordie. Nella prima decade di novembre sarà avviata una serie di riunioni con l’intera fratellanza per discutere e raccogliere proposte di progetti da inserire nel dettaglio dei programmi del quadriennio prossimo. Allo scopo verranno istituite apposite commissioni di lavoro dove la fratellanza potrà esprimersi e confrontarsi per ipotizzare lo sviluppo di nuove attività che possano contribuire, tra l’altro anche al reperimento di nuove occasioni occupazionali.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Roberto

    Evviva il Rinnovamento …..

    1. # Dilvo

      Tutti ragazzi giovani…..

  2. # Volontario

    Almeno la misericordia di Antignano è riuscita a superare il commissariamento. Speriamo che anche la Misericordia di Livorno riesca a farlo… almeno prima che l’attuale gestione commissariale riesca a finire di mandarla in rovina.

    1. # exvolontario

      Intanto sta mandando in rovina il cimitero storico!

  3. # Carlo

    Grande Titto numero 1