Cerca nel quotidiano:


Pielle, un “canestro per la Caritas”: donati 3000 euro

Dopo la consegna dell'assegno c'è stata l’occasione di presentare le nuove maglie ufficiali targate “UniCusano Pielle Livorno” per il campionato di C Gold, che partirà a febbraio e vedrà la Pielle giocare sul parquet del PalaMacchia

Venerdì 18 Dicembre 2020 — 08:28

di Filippo Ciapini

Mediagallery

L'importante cifra di 3000 euro è stata consegnata alla presenza del Vescovo di Livorno monsignor Giusti. La donazione è stata effettuata a suor Raffaella Spiezio, presidente della Fondazione Caritas Livorno

Arriva una bella iniziativa natalizia dal mondo dello sport targata UniCusano Pielle Livorno. È stato infatti consegnato un assegno di 3000 euro, alla presenza del vescovo di Livorno monsignor Giusti, da donare alla Caritas Livorno, rappresentata dal presidente della Fondazione Caritas Livorno, suor Raffaella Spiezio.
“Siamo onorati di aver piantato il primo seme che porterà i frutti della solidarietà – ha detto commosso il responsabile relazioni esterne della società Pasquale Lamberti – L’idea è nata dai Rebels, i nostri tifosi storici, nel chiederci cosa potessimo fare di importante per gli altri. Noi crediamo in questi valori, non ci fermeremo soltanto all’importante donazione, è l’inizio di qualcosa di duraturo”.
Un bel gesto solidale per l’UniCusano Pielle Livorno che si conferma sempre più parte del tessuto sociale della città. A fare eco a Lamberti ci hanno poi pensato dirigenti e sponsor che in coro hanno sottolineato come lo sponsor in questo momento difficile sia un veicolo sociale fondamentale per la crescita dei ragazzi. C’è stata poi l’occasione davanti alla dirigenza tutta, presidente della Pielle Livorno Manolo Burgalassi e direttore generale Roberto Creati, e agli sponsor Francesco Lorenzini, in rappresentanza di Lorenzini Terminal e partner del settore giovanile, e Francesco Farneti, titolare della Farmacia Farneti, di presentare le nuove divise ufficiali targate UniCusano Pielle Livorno per il campionato di C Gold, che partirà a febbraio e vedrà la Pielle giocare sul parquet del PalaMacchia.
“La nostra idea idea era quella di portare persone, partner, risorse e sensibilità nella nostra società e si sta concretizzando”, ha detto il general manager Roberto Creati.
“E’ un passo importante ed ulteriore alla nostra crescita, siamo orgogliosi di dare il nostro contributo per cause del genere, è solo l’inizio”, ha aggiunto il presidente Manolo Burgalassi. Dopo la consegna dell’assegno, poi, atto finale con la benedizione di maglie, impianto e squadra da parte del monsignor Giusti: “Siete la bandiera della città, avete il compito di fare canestro come società sportiva attirando centinaia, migliaia di giovani – ha detto il vescovo – Ma per vincere ci vuole fatica, capacità di controllare le proprie passioni, ci vuole il contributo di tutti come le travi che sorreggono questo impianti, insieme fanno la copertura, singolarmente non sono niente”.

Riproduzione riservata ©