Cerca nel quotidiano:


A Shangai apre il “Bar Sociale Itinerante”. Colazioni e aiuti per i più bisognosi

Dopo due anni di sperimentazione il punto di aiuto Svs diventa itinerante e sbarca nei locali della chiesa "Sacra Famiglia" di via Giolitti

Lunedì 16 Ottobre 2017 — 13:07

Mediagallery

di Giacomo Niccolini

Dopo due anni di sperimentazione all’interno dei locali della Svs di via San Giovanni, il “Bar Sociale Nino Effe” diventa itinerante e sbarca a Shangai nelle stanze della parrocchia della “Sacra Famiglia” di via Giolitti, 11. Per cinque mesi, fino al 30 di marzo 2018, chiunque vorrà potrà trovare una colazione calda e non solo. “L’idea della colazione – spiega il direttore della Svs Francesco Cantini – è un pretesto per avvicinare poi chiunque abbia bisogno di un aiuto a 360 gradi. Qui infatti grazie ai nostri volontari, a quelli della parrocchia di don Rosario e a quelli dell’associazione Oltre rappresentata da Simonetta Pampaloni, ci sarà sempre uno sportello aperto dal lunedì al venerdì dalle 7,30 fino alle 9,30 del mattino dove i più bisognosi potranno trovare conforto e aiuto”.
“Ci sarà un vero e proprio sportello – sottolinea Elisa Nannini dell’ufficio Sociale Svs – aperto per tutti i tipi di bisogno. Un vero e proprio orientamento per persone disagiate per capire dove andare. Quando si parla di disagio si comprende un ampio spettro: dagli anziani soli e malati, dalle persone indigenti, da chi ha perso lavoro. Qui – conclude Nannini- potranno essere indirizzati verso i percorsi di accoglienza e aiuto che più necessitano”.
Nei due anni di sperimentazione in via San Giovanni si è presentata una media di 25-30 persone al giorno al Bar Sociale. Adesso l’idea è quella di avvicinare questo tipo di servizio ai quartieri diventando un vero e proprio punto di riferimento  per i residenti della zona e non solo.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # W Spinelli

    Veramente una bella cosa spero che sia il primo di una lunga serie….

  2. # bravissimi

    L’iniziativa per far fare colazione al bar per persone svantaggiate era un pò risibile ma ora che è accompagnata da uno sportello di aiuto che li può indirizzare nei percorsi di sostegno molto spesso ignorati è senz’altro una ottima iniziativa anche per distinguere chi ha effettivamente bisogno di aiuto e chi gli piace solo fare colazione al barrino !