Cerca nel quotidiano:


“Si Avis chi può!”. Successo per la Festa del Donatore

Centinaia di persone hanno partecipato all’evento svolto mercoledì 19 giugno in cui, tra musica, cabaret e la vista del nuovo sindaco Luca Salvetti, si è presentata la nuova campagna e si è svolta la premiazione dei donatori benemeriti.

giovedì 20 Giugno 2019 17:02

Mediagallery

Tramonto sul mare, l’estate alle porte e un cielo stellato a picco sulla Rotonda d’Ardenza. In questo scenario invidiabile, nella cornice dello Chalet della Rotonda, si è svolta con successo la Festa del Donatore di Avis Comunale Livorno, nella sera di mercoledì 19 giugno. Un evento speciale caduto nel 64° anno di vita dell’associazione che ha sede in viale Carducci 16. La premiazione di circa 70 donatori benemeriti e la presentazione della nuova campagna di comunicazione hanno rappresentato il cuore della serata, condotta sul palco da Claudio Marmugi (vicepresidente di Avis Livorno, nonché attore e comico) e Massimiliano Bardocci (storico speaker livornese e attore vernacolare). Centinaia di persone, tra donatori storici e neofiti ma anche comuni cittadini, sono accorse allo Chalet della Rotonda, dove in apertura della Festa è arrivato anche il nuovo Sindaco di Livorno Luca Salvetti. Queste le sue parole: “Conosco e apprezzo da tempo il lavoro che Avis fa sul nostro territorio. Personalmente, ricordo quando avevo 10 anni e giocavo a calcio nei Portuali e dopo gli allenamenti frequentavo il circolo ricreativo, dove i portuali livornesi si davano appuntamento al giorno dopo per andare a donare, con grande genuinità e delicatezza. È un’immagine che mi è rimasta. Oggi la situazione è cambiata e c’è un’emergenza che spinge verso un nuovo coinvolgimento, perciò io da primo cittadino invito tutti a dare una mano ad Avis e un contributo reale alla donazione, che è un gesto di affetto verso il prossimo fondamentale”. Matteo Bagnoli, presidente di Avis Comunale Livorno, entra invece nel merito della nuova campagna: «È un momento magico per Avis Livorno. Raccogliamo e presentiamo i frutti di un duro lavoro cominciato quasi un anno fa e fortemente voluto dal nuovo consiglio direttivo. La società di oggi va a una velocità impressionante, ce lo dimostrano anche i nuovi canali di comunicazione come i social. Quindi rinnovare il messaggio è necessario per noi, perché Avis è comunicazione e sensibilizzazione. Spero che la nuova campagna porti nuovo vigore e che raggiunga tutte le generazioni, specialmente i più giovani, facendo scattare la voglia di donare plasma e sangue. Donare è un gesto bellissimo e fa bene al cuore, perciò “Si Avis chi può!”.

Si Avis chi può!” è il motto principale della nuova campagna di sensibilizzazione alla donazione di plasma e sangue, che sarà visibile mediante affissioni in città e sui canali social di Avis Livorno con video e immagini. Alla sua realizzazione hanno contribuito tanti livornesi, donatori  e donatrici storici e neofiti che hanno donato anche un po’ del loro tempo, nonché tre testimonial speciali come l’ex numero 10 del Livorno Calcio Igor Protti, il comico e imitatore Leonardo Fiaschi e l’atleta paralimpico e scalatore Andrea Lanfri. La musica dei Trenta Corde, l’immancabile apericena e gli interventi di tanti donatori e rappresentanti di associazioni legate al dono hanno contribuito a colmare la ricca scaletta della serata, conclusa con la proiezione dei video della campagna e la premiazione dei circa 70 donatori che hanno raggiunto quest’anno dalle 8 alle 100 donazioni, ricevendo un sincero ringraziamento e una serie di premi come da tradizione, per aver concretamente promosso la cultura del dono del plasma e del sangue.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.