Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Sport e scuola, il Rotary Mascagni sostiene gli alunni dell’Istituto Micheli-Bolognesi

Sabato 15 Ottobre 2022 — 09:03

Scopo dell’iniziativa, sostenere l’Istituto Micheli - Bolognesi, nel quartiere Shangai, offrendo agli alunni interessati 180 ore di sport extra orario scolastico

Il Club ha finanziato 180 ore di sport extra orario scolastico, di cui poter usufruire gratuitamente per 4 pomeriggi a settimana (1 ora e mezzo a lezione). Gli allenamenti consentiranno ai bambini interessati di praticare minibasket e minivolley

di Giulia Bellaveglia

Il Rotary Club Livorno Mascagni torna a far parlare di sé e lo fa attraverso il progetto “Fuori classe…Giocare e crescere sportivi” in collaborazione con il Coni Livorno e con il corso di laurea in Scienze motorie dell’Università di Pisa. Scopo dell’iniziativa, sostenere l’Istituto Micheli – Bolognesi, nel quartiere Shangai, offrendo agli alunni interessati 180 ore di sport extra orario scolastico, di cui poter usufruire gratuitamente per 4 pomeriggi a settimana (1 ora e mezzo a lezione). “Abbiamo voluto dedicare quest’annata rotariana a sostenere il diritto alla crescita – spiega la presidente del Club Maria Crysanti Cagidiaco – e, in questo caso, l’attività fisica ci è sembrato il mezzo più indicato e quello che forse più di tutti ha subito le restrizioni dovute alla pandemia. Ci siamo quindi mossi per creare fare rete, dando vita ad un percorso ludico-motorio capace di offrire un aiuto concreto in una zona della città dove le difficoltà familiari sono forse più sentite”. La proposta ha subito ottenuto un grandissimo successo, come racconta la preside dell’Istituto, professoressa Cecilia Semplici. “Nel giro di 48 ore dalla comunicazione abbiamo esaurito tutti i posti disponibili – afferma – Un risultato dovuto probabilmente a due fattori: il bisogno di stare insieme post pandemia e la possibilità di non gravare economicamente sulle famiglie”. La donazione comprende l’acquisto di materiali sportivi (due canestri e palloni) e allenamenti che consentiranno agli alunni interessati di praticare minibasket e minivolley attraverso il supporto di tutor appartenenti ad alcune società sportive locali: Us Livorno – Leoni Amaranto, Invictus Basket Livorno, Pallacanestro Don Bosco e Torretta Volley, che ha donato la rete da pallavolo. “Lo sport è un importantissimo veicolo di comunicazione tra bambini – precisa il delegato provinciale del Coni Giovanni Giannone – In particolar modo dopo due anni in cui hanno perso gran parte delle occasioni di confronto e la voglia di farlo. Il tutto diventa ancora più valido se fatto in un quartiere come questo offrendo agli studenti la possibilità di rimanerci”. Presenti alla conferenza stampa di presentazione anche il presidente del corso di laurea in Scienze motorie professor Ferdinando Franzoni e l’assessore al sociale Andrea Raspanti, il quale ha voluto ricordare che “lo sport è un’opportunità educativa straordinaria, ma quando una famiglia deve tagliare qualcosa, tende sempre a intervenire su quello che sembra superfluo. Questa iniziativa aiuta anche a far passare un messaggio: lo sport è un ambiente di apprendimento, di competenze sociali, di valori importanti, qualcosa di cui i bambini hanno bisogno. Il coinvolgimento delle famiglie è altrettanto importante per restituire ai genitori la dignità di essere genitori, perché non poter garantire qualcosa ai propri figli è doloroso e faticoso. Anche i grandi saranno quindi destinatari, dal momento che si sentiranno più tranquilli potendo offrire questa opportunità”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©