Cerca nel quotidiano:


Sport per persone con disabilità. Due iniziative di Sportlandia e Centro San Simone

Due eventi in programma: la premiazione degli Smart games e l’inaugurazione di un nuovo pontile. Il sindaco Luca Salvetti: "Un impegno che ogni giorno moltissime persone mettono per far sì che l’obiettivo venga raggiunto dai tanti ragazzi"

Lunedì 11 Ottobre 2021 — 20:04

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Due giorni di iniziative riservate agli atleti con disabilità. È questa l’idea messa in piedi dall’Associazione Sportlandia e dal Centro San Simone in occasione di due eventi: la premiazione degli Smart games (Special olympics svolti in remoto e riservati a persone disabilità intellettiva) prevista per mercoledì 13 ottobre negli spazi di Porta a Mare e l’inaugurazione di un nuovo pontile nei pressi della sede nautica dei Vigili del fuoco, previsto per giovedì 14 ottobre (foto Lorenzo Amore Bianco).
“Quest’anno più che mai le paralimpiadi ci hanno dato l’opportunità di emozionarci – raccolta il sindaco Luca Salvetti – In realtà però lo sport legato alla disabilità non è solo questo, riguarda l’impegno che ogni giorno moltissime persone mettono per far sì che l’obiettivo venga raggiunto dai tanti ragazzi”.
A presentare i progetti anche il pluricampione Mauro Martelli, presidente di Sportlandia.
“Nel 2009 abbiamo iniziato in quattro, due volontari e due atleti – racconta – Oggi, grazie all’impegno di tante persone possiamo contare più di 60 atleti e altrettanti volontari. Facendo leva sull’integrazione mettiamo in campo tutte le forze possibili per consentire ai ragazzi di praticare sport”.
Oltre alle attività già consolidate, (canottaggio, nuoto, bowling, atletica leggera e judo) tre nuove discipline entrano a far parte del giro: bocce, camminata (walking together) e sup.
“Da 36 anni ci impegnamo su questo territorio – afferma Patrizia Anfossi, responsabile del Centro San Simone – Siamo partiti grazie alle richieste di alcuni genitori che cercavano delle attività pomeridiane per i loro figli e siamo arrivati fino ad oggi, dove tantissimi sportivi saranno felici di partecipare a un momento gratificante come quello della premiazione. Ne vedrete alcuni con gli zainetti rossi e altri con gli zainetti gialli, in base alle categorie di partecipazione”.
“Conosco entrambe le associazioni e garantisco che facciano sforzi enormi – conclude Valerio Vergili, garante per la disabilità del Comune di Livorno – Lo sport è vita per tutti”.

Riproduzione riservata ©